Il 5°Clone

Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Questa sezione è dedicata ai consigli specialistici per i DM: è possibile richiedere articoli sugli argomenti desiderati o leggere e commentare i contributi inseriti finora nella sezione Backstage del sito.

Moderatori: Webmaster, Moderatori, Mod in prova

Regole del forum
Ricordiamo di leggere il Regolamento Generale del 5°Clone e di rispettare il corretto utilizzo dei TAG del Forum.

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda StormingMarcus » mar mag 03, 2011 11:48 am

Luskark ha scritto:Ma se la scomunica comporta il non poter vivere nella comunità (è così che nascono i briganti) e la perdita di ogni rapporto di vassallaggio e protezione la minaccia è molto forte.
Sì, ma se il culto che commina la scomunica non è socialmente condiviso, il suo valore è monco. Si tratterà comunque di una sanzione, ma in un politeismo rivale è probabile che lo scomunicato possa continuare a vivere nella città senza enormi disagi. A meno che alla scomunica si accompagni una vera e propria "crociata" contro di lui, ovviamente.

Una conclusione interessante che si può trarre dalla logica dell'articolo è che in un'ambientazione fantasy dovrebbero essere molto diffuse comunità monoteistiche, visto che in quel caso la società avrebbe dei valori condivisi, una divinità sulla quale giurare e una scomunica che avrebbe un'enorme importanza politica.

Comunque l'ultimo messaggio di Ovino riassume un po' il punto che ho provato a fare anche io: gestire in maniera sensata un sistema politico (feudale come un altro) richiede un grande sforzo da parte del GM, che deve tenere conto di come anche le regole del gioco possano plasmare i comportamenti dei personaggi all'interno della finzione.
Sfortuna è il nome che gli incapaci danno ai propri errori.
Chi dimentica da dove è partito non raggiungerà alcuna meta.
Avatar utente
StormingMarcus
Terribile Pirata
Terribile Pirata
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: ven nov 04, 2005 8:00 am

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Kalvalastir » mar mag 03, 2011 12:07 pm

Ripesco un post di Storming... (ragazzi, se qualcuno di voi conosce qualcuno esperto di php / mysql / joomla disposto a darmi una mano per risolvere sta cosa dei post che scompaiono, ve ne sarò molto grato)

StormingMarcus ha scritto:
Luskark ha scritto:Ma se la scomunica comporta il non poter vivere nella comunità (è così che nascono i briganti) e la perdita di ogni rapporto di vassallaggio e protezione la minaccia è molto forte.
Sì, ma se il culto che commina la scomunica non è socialmente condiviso, il suo valore è monco. Si tratterà comunque di una sanzione, ma in un politeismo rivale è probabile che lo scomunicato possa continuare a vivere nella città senza enormi disagi. A meno che alla scomunica si accompagni una vera e propria "crociata" contro di lui, ovviamente.

Una conclusione interessante che si può trarre dalla logica dell'articolo è che in un'ambientazione fantasy dovrebbero essere molto diffuse comunità monoteistiche, visto che in quel caso la società avrebbe dei valori condivisi, una divinità sulla quale giurare e una scomunica che avrebbe un'enorme importanza politica.

Comunque l'ultimo messaggio di Ovino riassume un po' il punto che ho provato a fare anche io: gestire in maniera sensata un sistema politico (feudale come un altro) richiede un grande sforzo da parte del GM, che deve tenere conto di come anche le regole del gioco possano plasmare i comportamenti dei personaggi all'interno della finzione.
Admin del 5°Clone
--------------------------------
Il mio sito personale: Consulente Web Marketing
Avatar utente
Kalvalastir
Admin
Admin
 
Messaggi: 9558
Iscritto il: gio nov 25, 2004 8:00 am
Località: Trento

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Luskark » mar mag 03, 2011 1:40 pm

Red_Dragon ha scritto:Non iniziamo a disatrare ancora di più gli allineamenti di quanto sono già disastrati :D Il buono (eroico) durante i mille e passa anni in cui vi è il medioevo, può essere tranquillamente classificato da noi come Malvagio. Se vogliamo stabilire cosa possa essere Buono o Malvagio, bisogna decidere cosa esso significhi... e, personalmente parlando, mi sembra più sensato riferirsi al nostro concetto che non a quello passato.

Secondo me il disastro è un altro: per noi uccidere un avversario disarmato è malvagio.
Quando un paladino medievale sconfigge un avversario in duello gli offre due possibilità: o giuri fedeltà al mio re e dici a tutti che ti ho sconfitto oppure io ti taglio la testa seduta stante.
E questo è l'esempio di Legale Buono.
Il tentativo di applicare i concetti nostri a un mondo che con noi non ha nulla a che fare è la fonte e l'origine di tre quarti delle discussioni, perchè la nostra morale non consente di giocare bene il bene in una situazione di guerra e duelli.

Ovino ha scritto:Piccola puntualizzazione: secondo me molti sistemi di governo di molti stati diendeschi alla fine della fiera sono feudali perché è la definizione che calza meglio in parecchi casi. Però il feudalesimo come quello del pianeta Terra uguale, uguale, uguale con D&D non si può "rifare" a meno di cambiare parecchio le ambientazioni e un po' anche il regolamento.

diciamo uguale uguale uguale è dura
ma secondo me andare più su quello che sul feudalesimo come ci viene descritto alla Disney o alla Braveheart almeno consente di dare una vaga idea di stabilità al sistema e fornisce ai nobili un motivo valido per mandare mercenari armati contro giocatori che si godono troppo a massacrar villaggi... per dirne una...

Io poi sono dell'idea che verrebbe un po' una schifezza come il gotico, il giocatore medio vuole:
SPACCA-POTENZIA-BULLARSI

poi se il giocatore fa chifo di suo è un altro discorso
puoi prenderne aspetti e vedere di migliorare

P.S: poi il problema si presenta per i DM, ma l'articolo è rivolto a loro ma anche ai creatori di ambientazioni e ad aspiranti autori fantasy, terreno su cui se ti sei informato un minimo meglio puoi sperare di fare una figura migliore e risaltare su una massa di librettari ignoranti dai sistemi incoerenti

StormingMarcus ha scritto:Sì, ma se il culto che commina la scomunica non è socialmente condiviso, il suo valore è monco. Si tratterà comunque di una sanzione, ma in un politeismo rivale è probabile che lo scomunicato possa continuare a vivere nella città senza enormi disagi. A meno che alla scomunica si accompagni una vera e propria "crociata" contro di lui, ovviamente.

Devi avere un qualcosa di forte di condiviso, secondo me se non ce l'hai la tua città non funziona.
Anche se ci sono tre culti rivali dovrebbero accettare ciascuno un minimo gli altri o uno degli altri, altrimenti la città sarebbe già distrutta.
E per questo citavo le civiltà politeistiche antiche, perchè lì una divinità condivisa superiore alle altre c'è sempre e perchè i fedeli di due dei diversi rispettano anche il dio dell'altro (anche se magari gli sta poco simpatico, ma non oserebbero andargli contro).
Secondo me non può esistere una forma di politeismo esclusivo, perchè inimicarsi gli dei è sempre un male per tutti i popoli antichi. I greci avevano addirittura fatto una nicchia vuota al dio ignoto per esser sicuri di non inimicarselo.
Se riconosci che le altre sono divinità allora eviti anche di compier sacrilegi.
Le guerre tra culti nascono coi monoteismi (che sono per loro natura esclusivi) che però per l'appunto stabiliscono eresie e creano scissioni: quelli che restano nella comunità sono quelli del monoteismo comunitario, non di un altro.

Una conclusione interessante che si può trarre dalla logica dell'articolo è che in un'ambientazione fantasy dovrebbero essere molto diffuse comunità monoteistiche, visto che in quel caso la società avrebbe dei valori condivisi, una divinità sulla quale giurare e una scomunica che avrebbe un'enorme importanza politica.

Secondo me ci sono varie possibilità
- monoteismo imperante condiviso
- politeismo classico con tutti nello stesso pantheon e ci si fonda sul dio principale
- politeismo ma con religioni che si riconoscono gli dei a vicenda
- politeismo ma con una religione ufficiale maggiormente riconosciuta che fa da mediatrice tra le altre ed è accettata da tutte (e che fa da "divinità maggiore" del pantheon locale)

un esempio semplice: sotto alcuni punti di vista il culto dei santi richiama una sottoforma di politeismo, molte comunità sono legate al proprio santo principale e rivolgono le proprie preghiere a lui solo che contemporaneamente non andrebbero a prendere a calci chi ne prediliga un altro e il richiamo ad una divinità condivisa non causa guerre di religione interne

altrimenti IMHO una comunità con tre culti diversi in aperta guerra tra loro non può esistere: i riti religiosi (di qualunque forma essi siano, anche in comunità atee, o in cui il concetto che sto usando religione sia ampliato) sono indispensabili per tenere assieme una comunità: senza questo collante non si può convivere

Comunque l'ultimo messaggio di Ovino riassume un po' il punto che ho provato a fare anche io: gestire in maniera sensata un sistema politico (feudale come un altro) richiede un grande sforzo da parte del GM, che deve tenere conto di come anche le regole del gioco possano plasmare i comportamenti dei personaggi all'interno della finzione.
[/quote]
non lo nego, anche perchè uscire dalla concettualità moderna per approdare in quella medievale e vedere un altro modo di pensare non è semplice
secondo me però lo sforzo potrebbe essere ben ripagato sia in termini di coerenza dell'ambientazione sia da parte dei giocatori/lettori (vengono evitati i personaggi eccessivamente macchiettistici che critico nell'incipit dell'articolo)
sul regolamento è un altro paio di maniche, ma ci si può lavorare :)
Lista di "Mostri celebri dalla mitologia al fantasy"
Partecipate alla sua stesura!

In parallelo è partita la nuova lista "Personaggi celebri dalla mitologia al fantasy" ove trovare spunti per i vostri PG e PNG.

Responsabile dei PbF
Il Reclutamento è aperto!
Avatar utente
Luskark
Moderatore (Gold)
Moderatore (Gold)
 
Messaggi: 18111
Iscritto il: ven ott 05, 2007 7:00 am
Località: Padova

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Taumas » mar mag 03, 2011 2:20 pm

Secondo me un buon esempio di Feudalesimo Fantasy è quello di Kingdoms of Khalamar,dove i regnanti hanno particolari benedizioni divine,e se sgarrano le perdono.
Avatar utente
Taumas
Avventuriero Esemplare
Avventuriero Esemplare
 
Messaggi: 879
Iscritto il: ven ott 09, 2009 7:00 am

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda thondar » mar mag 03, 2011 6:39 pm

Qualche domanda: ma questo sistema di aiuti a vicenda non è un pò instabile? e non è facile abusarne? Cioè da un lato mi sembra che si rischi per ogni sciocchezza di provocare una reazione a catena (se anche il "nemico" usa lo stesso sistema), dall'altro mi sembra che ognuno possa chiedere aiuto per ogni sciocchezza o viceversa rifiutarsi di darlo dicendo che non serve. C'erano forse dei vincoli più precisi?
Se mi dite dove trovo la roba di cui parlate è più facile che risponda!

Sistema Investigativo, Avventure Esplorative e Sfide di abilità
Avatar utente
thondar
Moderatore (Gold)
Moderatore (Gold)
 
Messaggi: 15883
Iscritto il: sab apr 29, 2006 7:00 am

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Ovino » mar mag 03, 2011 9:11 pm

thondar ha scritto:Qualche domanda: ma questo sistema di aiuti a vicenda non è un pò instabile?

Immagine
Che cavolo stai dicendo Thondy?

Il sistema feudale non è ci un sistema di aiuti a vicenda. C'è un autorità che da in uso un bene a un altra autorità in cambio di un servizio pubblico.
Non è un sistema di aiuti è sistema di transazioni.

e non è facile abusarne?

Nel mondo reale? Nelle situazioni in cui dei sistemi feudali & dintorni si sono affermati c'era poco da fare gli schizzinosi: o sceglievi quello o dovevi rassegnarti all'anarchia.

Cioè da un lato mi sembra che si rischi per ogni sciocchezza di provocare una reazione a catena (se anche il "nemico" usa lo stesso sistema), dall'altro mi sembra che ognuno possa chiedere aiuto per ogni sciocchezza o viceversa rifiutarsi di darlo dicendo che non serve.

Ma perché non hai capito come funziona il sistema feudale e infatti non funzionava così.

C'erano forse dei vincoli più precisi?


Prendi quello che diceva Cesare sugli Aquitani: un Dux aveva degli Ambactus, lui che aveva soldi & terra & compagnia bella, li manteneva e li armava, loro in cambio fino a che lui li pagava combattevano per lui, erano tenuti a combattere fino alla morte e se moriva a rimanere sul campo fino alla morte. ...Se però lui non pagava più loro potevano andarsene a spasso ma se erano loro ad andarsene a spasso non solo lui innanzi tutto non era più tenuto a pagargli niente ma c'è di più la gente si aspettava che lui si vendicasse e nel frattempo l'ambactus fellone, nella società acquitanica era completamente spu77anato, era carne arrosto che aspettava che i druidi gli appiccassero fuoco, gli conveniva telare a Roma o in qualche altro posto dove non sapevano chi fosse.

Le società tribali dei germani non erano feudali, non tutte perché il diritto di decidere per i fatti suoi dell'uomo libero era inalienabile, questo qui era il sistema che hai in mente te dei compagni di merende che si scambiano i favori, infatti non funzionava, e han dovuto o chi più chi meno passare all'amministrazione romana o mettere in piedi un sistema feudale come quello di qui sopra.

Ma poi i patti erano chiarissimi, erano a prova d'idiota, cioé Thondar siamo seri: un cavaliere di Carlo Martello riceve in feudo un terreno per mantenersi, armarsi, etc, però se viene convocato per combattere deve venire subito con un equipaggiamento del valore di 20 vacche almeno o è inadempiente, cosa c'è da capire? Niente.

Prendi i comuni in Francia e in Germania: il re o chi per lui gli delega delle autonomie (non chiedermi quali, tanto cambiavano a seconda della città c'è da vedere cos'ha rogato il notaio) loro in cambio pagano cash ogni tot tempo. Non pagano? Autonomie revocate e fanculo.

Uno dei motivi per cui i Longobardi di Spoleto e Benevento se ne infischiavano del re è che loro i loro possedimenti non li avevano mai ricevuti in feudo da nessun re, quella lì era roba loro se la son conquistata per conto loro, sorvoliamo sul modo, la fedeltà al Pavia la davano per scelta loro e questo qui era uno dei motivi per cui il regno longobardo non funzionava: un pezzo era feudale, due no, un altro tot di roba dovevi amministrarla alla romana sennò non funzionava neanche con le iniezioni di red bul.

Prendi i regni di Federico II o di Enrico II plantageneto: li era chiaro che il Regno di Sicilia e quello d'Inghilterra erano roba loro e ne affidavano dei pezzi in cambio di qualcos'altro. Qualcuno vuole sgarrare per incasinare lo status quo? Se lo status quo esiste e regge il ribelle fa finuccia.

Prima di Brunelleschi tutti quelli che han litigato con le corporazioni, in Italia, han dovuto espatriare perché anche se facevi il bullo altri sistemi più efficenti non ce n'erano.

Carlo Magno aveva provato a rimettere in piedi un'amministrazione alla romana, siccome quel modo di pensare lì era di moda lo hanno aiutato persino i nobili che in pratica si erodevano il potere da soli, ma non ha funzionato perché mettere su un'amministrazione in un'Europa del genere era ridondante, difatti con Ludovico II si squaglia come una palla di neve all'inferno.

Tutti gli eretici di una certa caratura prima di Lutero son finiti in cenere ma mica perché erano meno abili o meno parati semplicemente perché in Occidente la chiesa era più efficente, meglio amministrata e fin che aveva una classe dirigente migliore e il monopolio della cultura hai voglia a inventarti teologie finissime o un po' più pecorecce, tanto il coltello (affilato) dalla parte del manico ce l'anno loro.


Comunque l'inghippo è questo qui

C'è un tizio che ha beni\cose\poteri e te li da in delega, se ce li ha può darteli sennò non può darteli (l'inghippo nasce quando, ed è successo, vedi i Longobardi, il tizio prova a pagarti con le banconote del Monopoli) tu fin che ricevi devi tener fede all'impegno. Il primo che sgarra finisce sputtanato socialmente e, fidati, non è bello in un sistema dove conta molto la credibilità del signore di essere "solvibile" e del "vassallo" di saperci fare. ...Attenzione però, perché se la società va a farsi futteri, tipo la Francia delle invasioni normanne, o l'Italia post guerra gotica, ognun per se, gli accordi non escono dalla cinta muraria del castello, oddio, puoi anche provare a farli ma non ti conviene perché tanto nessuno ti dice niente, ti voglio provare a impugnare una pergamena rogata da un notaio contro uno che sta a 25 Km da te quando tra te e lui ci sono 10.000 Ungari incazzati che ammazzanno tutto quello che si muove. :mrgreen:
Avatar utente
Ovino
Eroe Valoroso
Eroe Valoroso
 
Messaggi: 3166
Iscritto il: dom gen 14, 2007 8:00 am
Località: Tutino.

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Luskark » mar mag 03, 2011 9:55 pm

thondar ha scritto:Qualche domanda: ma questo sistema di aiuti a vicenda non è un pò instabile? e non è facile abusarne? Cioè da un lato mi sembra che si rischi per ogni sciocchezza di provocare una reazione a catena (se anche il "nemico" usa lo stesso sistema), dall'altro mi sembra che ognuno possa chiedere aiuto per ogni sciocchezza o viceversa rifiutarsi di darlo dicendo che non serve. C'erano forse dei vincoli più precisi?

Il feudalesimo non è un sistema stabile quanto il nostro ma proprio perchè l'obiettivo non è la stabilità cristallizzata ma quello che anticamente si chiamava il "buon governo". E poter quindi rimuovere chi in quella posizione è incompetente e si fa gli affari suoi. Da questo il giuramento e le protezioni.
Nota bene che i giuramenti non si infrangono alla quando-ti-gira, perchè se lo fai gli altri lo sanno e fanno presto a staccarsi dai loro giuramenti con te.
Nel nostro sistema si ha la stabilità assoluta (Hobbes vuole evitare le guerre civili) ma si da per presupposto che tutti siano ugualmente incompetenti e quindi non ci si pone il problema di rimuoverli :mrgreen:

Ovino ha scritto:
thondar ha scritto:Qualche domanda: ma questo sistema di aiuti a vicenda non è un pò instabile?

Il sistema feudale non è ci un sistema di aiuti a vicenda. C'è un autorità che da in uso un bene a un altra autorità in cambio di un servizio pubblico.
Non è un sistema di aiuti è sistema di transazioni.

se il bene in questione può essere anche semplice protezione o aiuto in caso di attacco su questo concordo (perchè altrimenti non si spiega la parte del contadino e perchè continui a servire)

la parte del territorio è fondamentale solo all'inizio, poi è più che altro un bonus di sicurezza

e non è facile abusarne?

Nel mondo reale? Nelle situazioni in cui dei sistemi feudali & dintorni si sono affermati c'era poco da fare gli schizzinosi: o sceglievi quello o dovevi rassegnarti all'anarchia.

in realtà non è questione di schizzinosaggine, con un territorio spezzettato e senza eserciti permanenti non c'è sistema migliore

Cioè da un lato mi sembra che si rischi per ogni sciocchezza di provocare una reazione a catena (se anche il "nemico" usa lo stesso sistema), dall'altro mi sembra che ognuno possa chiedere aiuto per ogni sciocchezza o viceversa rifiutarsi di darlo dicendo che non serve.

Ma perché non hai capito come funziona il sistema feudale e infatti non funzionava così.

il problema è che se come vassallo ti rifiuti e le motivazioni non son sensate i tuoi popolani allegri si rifiutano di aiutarti a combattere contro il re che ti va a punire per tradimento, e anzi si mettono col re perchè se sei spergiuro tutti i patti che hai fatto con loro non funzionan più
la protezione si applica in caso di attacco nemico o di grave torto subito, non per ogni sciocchezza... e in piccoli posti isolati dove tutti sanno tutto di tutti non è facile vantar pretese su falsi torti (c'è un continuo controllo sociale da parte dei compaesani)

C'erano forse dei vincoli più precisi?

Ma poi i patti erano chiarissimi, erano a prova d'idiota, cioé Thondar siamo seri: un cavaliere di Carlo Martello riceve in feudo un terreno per mantenersi, armarsi, etc, però se viene convocato per combattere deve venire subito con un equipaggiamento del valore di 20 vacche almeno o è inadempiente, cosa c'è da capire? Niente.

Questo esempio è interessante ricordando che se sei inadempiente tu ti trovi contro il re, gli altri nobili e i tuoi stessi uomini con cui hai gli stessi patti di giuramento (e hai appena mostratto di essere inadempiente, indi non valgon più)
Però anche il re deve stare attento a non essere inadempiente a ciò che concede perchè altrimenti perde tutto e tutti

Comunque l'inghippo è questo qui

C'è un tizio che ha beni\cose\poteri e te li da in delega, se ce li ha può darteli sennò non può darteli (l'inghippo nasce quando, ed è successo, vedi i Longobardi, il tizio prova a pagarti con le banconote del Monopoli) tu fin che ricevi devi tener fede all'impegno. Il primo che sgarra finisce sputtanato socialmente e, fidati, non è bello in un sistema dove conta molto la credibilità del signore di essere "solvibile" e del "vassallo" di saperci fare. ...

L'aspetto interessante del feudalesimo è che nel momento in cui chi offre (e l'aspetto più importante è l'offerta di protezione, il resto è secondario, perchè è l'unico modo in cui ti salvi dai vicini invadenti) se non rispetta viene sp...to a sua volta, e capendo che costui non da quanto pattuito tutti i tuoi posson decidere di andarsi a cercare qualcuno di più interessante con cui giurare. E nel momento in cui tutti i conti decidono di andarsene perchè il re si rifiuta di mantenere i patti (e non tanto il non dare la terra, ma più l'evitare di scender in guerra per loro se vengono invasi), altro che "ma io sono il re", sei senza esercito e il confinante non aspetta altro che di accogliere sotto la sua protezione tutti i tuoi conti.
E questo si applica anche se il signore locale spadroneggia sui suoi contadini e se ne frega se loro chiedon aiuto, non ci metton troppo a cercare un signore vicino meno spadroneggiante e meno menefreghista che li accolga sotto la sua ala.
È difficile? Eccome! Ma chi ha mai detto che governare sia una cosa semplice che posson fare tutti? Altro che nobilotti figli di papà che passano il tempo a lucrare! Se non sei capace di gestire il territorio è facile esser rimosso, ben più facile che nei sistemi politici moderni.

P.S: poi scoppian altri casini, ma questo è un altro discorso :)
Lista di "Mostri celebri dalla mitologia al fantasy"
Partecipate alla sua stesura!

In parallelo è partita la nuova lista "Personaggi celebri dalla mitologia al fantasy" ove trovare spunti per i vostri PG e PNG.

Responsabile dei PbF
Il Reclutamento è aperto!
Avatar utente
Luskark
Moderatore (Gold)
Moderatore (Gold)
 
Messaggi: 18111
Iscritto il: ven ott 05, 2007 7:00 am
Località: Padova

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Red_Dragon » mar mag 03, 2011 10:16 pm

Luskark ha scritto:E questo si applica anche se il signore locale spadroneggia sui suoi contadini e se ne frega se loro chiedon aiuto, non ci metton troppo a cercare un signore vicino meno spadroneggiante e meno menefreghista che li accolga sotto la sua ala.

Uso questo, anche se l'ho trovato anche in altri post. Attenzione che qui sembra che non esistano governanti incapaci o tiranni, perché appena uno sgarra di una virgola, il popolo si ribella. Col fischio. Ce ne vuole prima che il popolo si ribellasse. Non è che sollevavano il telefono e chiamavano aiuto al relativo superiore od accedevano la televisione e si accorgevano che il loro signore aveva infranto i giuramenti :mrgreen: Quindi, sì, esistevano governanti incapaci, tiranni e menefreghisti vari che se ne strafottevano dei "popolani", dando ogni tanto il contentino giusto per non tirare troppo la corda.

Devo dire anche qualcosa sul "buono", ma lo farò più tardi: ora devo scappare.

Ciao :)
---
Io sono colui che ha visto l'alba dei tempi
Io sono il fuoco primordiale
La mia pelle è più dura del ferro
I miei muscoli molle di acciaio
La mia intelligenza è senza limiti
Io sono quello che voi umani chiamate...
DRAGO!
Avatar utente
Red_Dragon
Leggenda Nascente
Leggenda Nascente
 
Messaggi: 4907
Iscritto il: mer set 19, 2007 7:00 am
Località: Roma

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Ovino » mar mag 03, 2011 11:29 pm

Red_Dragon ha scritto:
Luskark ha scritto:E questo si applica anche se il signore locale spadroneggia sui suoi contadini e se ne frega se loro chiedon aiuto, non ci metton troppo a cercare un signore vicino meno spadroneggiante e meno menefreghista che li accolga sotto la sua ala.

Uso questo, anche se l'ho trovato anche in altri post. Attenzione che qui sembra che non esistano governanti incapaci o tiranni, perché appena uno sgarra di una virgola, il popolo si ribella.

Dipende dal tempo, dal luogo e da quanto conta il popolo e da quanto è armato.

Col fischio. Ce ne vuole prima che il popolo si ribellasse. Non è che sollevavano il telefono e chiamavano aiuto al relativo superiore od accedevano la televisione e si accorgevano che il loro signore aveva infranto i giuramenti :mrgreen:

Col fischio: il popolo per le robe che gli interessavano avevano molta memoria, se il signore aveva detto che giurava di lasciargli lo sfuttamento di un terreno, i beni comuni, e poi si rimangia la parola quelli si accorgono e s'incazzano pure come caimani, non so se ti sei perso le rivolte popolari in Italia del XIV secolo, alla fine certi beni comuni foreste, tratturi etc sono arrivati al XX secolo, dritti dritti.
Il popolo se è un re ha le pezze nel culo se ne accorge :mrgreen:
Anche se ammazza la gente ad minchiam: vedi Giovanni Senza terra che in pratica è morto solo come un cane perché nessuno si fidava più di lui (e un po' perché mammina e fratellini gli avevano fottuto la cassa reale).

Quindi, sì, esistevano governanti incapaci, tiranni e menefreghisti vari che se ne strafottevano dei "popolani", dando ogni tanto il contentino giusto per non tirare troppo la corda.

Esistevano si ma son sempre esistiti, anche sotto la republica romana è che se sei incapace e tirannico sei sulla strada giusta per sparire dalla faccia della terra. Cosa ne è di quei grandi benefattori dell'umanità degli Unni Eftaliti e degli Avari?
Se sei un coglione molto raccomandato strada non ne fai in nessun sistema, manco in quello feudale, tu guarda che fine hanno fatto i Balti, la dinastia di Alarico, l'ultimo è stato giustiziato a furor di popolo perché le aveva cannate tutte. Cosa ne è degli Almoravi che per perdere il dominio della Spagna secondo me ci han messo del bello e del buono?

Ma è anche vero che se il popolo si rivolta in genere le prende secche, solo in Boemia i popolani hanno fatto fuori gli aristocratici ma quelli eran tedeschi son schiattati combattendo, in Italia se vedevano che si metteva brutta gli aristocratici preferivano calare le brache o assoldare mercenari. :mrgreen:
Avatar utente
Ovino
Eroe Valoroso
Eroe Valoroso
 
Messaggi: 3166
Iscritto il: dom gen 14, 2007 8:00 am
Località: Tutino.

Re: Nuovo articolo! Il feudalesimo, questo sconosciuto!

Messaggioda Luskark » mer mag 04, 2011 1:02 am

Intanto ringrazio e quoto Ovino non avrei saputo dirlo meglio :D

E sì, certo, il tiranno c'è, e difatti ho dedicato una parte dell'articolo a dir chi sia il tiranno e quali siano le contromisure.

E magari si può pensare non sia così facile organizzare una rivolta popolare... concediamolo.
Ma la risposta è semplice: se il signore è inadempiente io non combatto più per lui.
Ha violato il giuramento indi non ho più alcuna necessità di rispettare il mio.
Ma lui mi costringe con le armi!
Le armi di chi se non ha un esercito permanente personale?
Visto che il suo esercito siamo noi, o meglio lo eravamo, visto che ha rotto il giuramento...
Non è impossibile andare a giurar fedeltà a un signore più onorevole...

E no, non c'è la televisione, ma si parla di realtà sufficientemente piccole e isolate, la maggior parte dei signori governa su un paesino di campagna dove tutti conoscono tutti, e dove le notizie corrono velocemente :)
Lista di "Mostri celebri dalla mitologia al fantasy"
Partecipate alla sua stesura!

In parallelo è partita la nuova lista "Personaggi celebri dalla mitologia al fantasy" ove trovare spunti per i vostri PG e PNG.

Responsabile dei PbF
Il Reclutamento è aperto!
Avatar utente
Luskark
Moderatore (Gold)
Moderatore (Gold)
 
Messaggi: 18111
Iscritto il: ven ott 05, 2007 7:00 am
Località: Padova

PrecedenteProssimo

Torna a Backstage

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Pannello Utente



Chi c'è online

    Tiradadi

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria