Il 5°Clone

[Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Questa sezione è dedicata ai consigli specialistici per i DM: è possibile richiedere articoli sugli argomenti desiderati o leggere e commentare i contributi inseriti finora nella sezione Backstage del sito.

Moderatori: Webmaster, Moderatori, Mod in prova

Regole del forum
Ricordiamo di leggere il Regolamento Generale del 5°Clone e di rispettare il corretto utilizzo dei TAG del Forum.

[Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda khaleb » lun mar 19, 2012 11:56 pm

Ecco il NUOVO ARTICOLO della sezione Backstage, a cura del dott. Luskark, sulla struttura di una legge di religione particolarmente evidente.

Luskark ha scritto:"La mia terra di fiabe e magia, credi a me

Ha i cammelli che van su e giù...

E ti trovi in galera anche senza un perchè

Che barbarie... ma è la mia tribù!"



Già dall'incipit di questo famoso film d'animazione si può immaginare quanto sia difficile per noi occidentali farci un'idea chiara e una valutazione positiva delle leggi sacre che regolano i paesi di religione musulmana. Fin dalla più tenera età le uniche fonti della nostra formazione culturale sono di derivazione statunitense. Film che presentano una serie di personaggi americani vestiti da medio-orientali (anche se io l'ombelico fuori sulle principesse del deserto non me le vedrei...), personaggi secondari un po' più consoni all'ambientazione che però vengono ridotti a macchiette parodiche (vale anche candelabri dall'accento francese in film ambientati in Francia...) e in cui, non appena si parla della società locale, lo si fa in termini negativi ("quella stupida legge").
I buoni sono quelli che, mostrando uno scatto di intelligenza rispetto alla massa, sono più occidentali degli altri, poveri babbei troppo attaccati al mondo in cui vivono. Saladino che alla fine de Le Crociate parla sognante di Gerusalemme divisa in due...

Questo riguarda la formazione principalmente infantile e derivante da film che non dovrebbero avere la pretesa di essere troppo attendibili... Peccato che anche crescendo non ci sia margine di miglioramento, visto che i nostri stessi telegiornali tendono a presentare come "cattivi" i paesi che seguono la legge sacra e come "buoni" (illuminati) coloro che non la seguono.

Effettivamente, per come ci viene presentata, la shari'a (la legge sacra dell'Islam) non dovrebbe essere complessa da seguire: il Corano è uno solo per tutti, dettato da Allah (al-Ilah, "il-dio", "Iddio") in persona. Facile, pratica, immediata. E se qualcuno la sta usando per stabilire una legislazione è un pazzo e sta sbagliando... perchè non è così che bisogna vedere le religioni... il tutto è simbolico... per simbolico si intende che in realtà, se si interpreta bene, dice le cose che fanno comodo a noi...

Ma basterebbe analizzarne le fonti per rendersi conto che l'applicazione fedele e letterale di un testo sacro è sempre più complessa di quanto possa sembrare a prima vista.


Buona lettura.
Avatar utente
khaleb
Leggenda del 5°Clone
Leggenda del 5°Clone
 
Messaggi: 9925
Iscritto il: gio ott 11, 2007 7:00 am
Località: Gilead del tempo che fu

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda Red_Dragon » mer mar 21, 2012 11:17 pm

Il problema di commentare quest'articolo è che si rischia di andare a toccare argomenti vietati e che causano flame... comunque ci provo:
Dall'Illuminismo in poi si è diffusa ampiamente la concezione secondo cui la sola idea (alla base di molti monoteismi ma non solo) che una religione possa essere alla base di una legislazione è pura follia. Non a caso la maggior parte dei monoteismi in DnD sono caotici e malvagi.

C'è una cosa che spesso ci si dimentica: in D&D gli dei esistono, tutti sanno che esistono e "se qualcuno lo mette in dubbio, cade un fulmine che lascia i piedi fumanti con attaccato un biglietto <<sì, esistiamo>>" (cit. :mrgreen: ). Quindi un dio che voglia sterminare tutti gli altri, non potrà che essere Caotico e Malvagio. Nella nostra realtà l'intolleranza religiosa si basa sull'argomento che l'altro dio non esiste.
Con questo articolo voglio dimostrare che, anche con un singolo testo sacro, le cose sono sempre molto più complesse si quanto si penserebbe a prima vista.

Questo sarebbe corretto anche in gioco se non fosse che in D&D esiste la magia divina: un Chierico riceve i poteri da un dio se segue il suo dogma, altrimenti il dio lo manda a quel paese. Inoltre siamo in un gioco ed il "povero" giocatore dovrebbe sapere se sta facendo i voleri del dio o sta per essere "strafulminato". Considerato ciò, ci sono pochissimi margini di manovra per lasciare la "parola del dio" a dubbi ed interpretazioni. In D&D 4 hanno fatto la fesseria di slegare la magia divina dal dio... ma così è magia arcana! O di qualsiasi altro tipo, tranne che divina, visto che gli dei non c'entrano un tubo!

Infine, visto che so' pignolo, a complemento dell'articolo manca la "struttura della chiesa" (o come piffero si chiama!).

Ciao :)
OT: PASTICCIONE DI UN KHALEB! ;)
Mi è venuto scritto peggio di prima :cry:
---
Io sono colui che ha visto l'alba dei tempi
Io sono il fuoco primordiale
La mia pelle è più dura del ferro
I miei muscoli molle di acciaio
La mia intelligenza è senza limiti
Io sono quello che voi umani chiamate...
DRAGO!
Avatar utente
Red_Dragon
Leggenda Nascente
Leggenda Nascente
 
Messaggi: 4833
Iscritto il: mer set 19, 2007 7:00 am
Località: Roma

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda khaleb » mer mar 21, 2012 11:21 pm

Scusa ancora :oops: :oops: :oops:
Comunque quello che volevo dire è che a me pare le tue osservazioni siano un po' fuori tema, nel senso che l'articolo è focalizzato su un argomento intra-religioso, non inter-religioso: le leggi di religione sono un fenomeno interno, che poco ha a che fare con l'evangelizzazione dell'altro. (Notare che l'intolleranza non è dettata dalla fedeltà a un altro dio, ma a una differenza di costumi... la fede in sè per sè è solo una faccia da mostrare, ma di fatto non è quello il punto).
Avatar utente
khaleb
Leggenda del 5°Clone
Leggenda del 5°Clone
 
Messaggi: 9925
Iscritto il: gio ott 11, 2007 7:00 am
Località: Gilead del tempo che fu

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda Taumas » gio mar 22, 2012 12:05 am

Caro Red Dragon, a parte che lo slegamento del Chierico dal volere del suo dio c'è anche in Eberron, e nella 3ed si poteva comunque venerare una causa o un principio.Inoltre, anche in Terza edizioni non tutti i fedeli di una stessa divinità (Chierici inclusi) avevano lo stesso modo di pensare; Ogni divinità infatti presenta molteplici aspetti e caratteristiche.Una divinità C/B ad esempio può avere Chierici C/B, C/N ed N/B che interpreteranno i dogmi divini in maniera diversa. Una divinità N avrà chierici N, N/M, N/B, L/N e C/N e quindi la sua chiesa potenzialmente può sviluppare 5 teologie differenti perfino in contraddizione fra di se. Quindi il fatto che in D&D un dio esiste con sicurezza, non impedisce che la sua religione abbandoni la retta via.(Guarda la chiesa di Helm a Maztica)
Avatar utente
Taumas
Avventuriero Esemplare
Avventuriero Esemplare
 
Messaggi: 879
Iscritto il: ven ott 09, 2009 7:00 am

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda Eldrad » gio mar 22, 2012 3:49 am

L'articolo mi piace. Non capisco perché non sia in prima pagina.
Avatar utente
Eldrad
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: mer dic 30, 2009 9:38 pm
Località: Napoli / Prato

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda Luskark » gio mar 22, 2012 7:54 pm

Red_Dragon ha scritto:C'è una cosa che spesso ci si dimentica: in D&D gli dei esistono, tutti sanno che esistono e "se qualcuno lo mette in dubbio, cade un fulmine che lascia i piedi fumanti con attaccato un biglietto <<sì, esistiamo>>" (cit. :mrgreen: ).

Bellissima la citazione (appena ho tempo e testa recensisco l'opera citata :mrgreen: ), ma niente e nessuno in questo articolo mette in dubbio (o anche solo parla del fatto) che gli dei esistano.
E l'esistenza o meno del dio in questa trattazione è un falso problema.
Ma procediamo con ordine

Quindi un dio che voglia sterminare tutti gli altri, non potrà che essere Caotico e Malvagio.

Nessun dio vuole necessariamente sterminare tutti gli altri se alla comunità di fedeli in cui lui è divinità vorrà imporre la sua legge come giurisdizione religiosa. Poi dipende perchè in DnD i paladini LB non lascian mica che certi culti prosperino nelle loro città preferite...
Inoltre io non ho mai parlato di sterminio di altri culti.
Anche perchè è ben noto che l'Islam nel medioevo non ha avuto problemi a mantenere altre confessioni religiose, fissava solo una tassa per coloro che non si convertivano. Cosa che ha causato molto spesso campagne contro la conversione da parte degli stessi governanti musulmani visto che le troppe conversioni stavano causando problemi alle casse dello stato :mrgreen:

Inoltre concordo con Khaleb, l'articolo non parla dei rapporti tra un credo e l'altro ma della gestione interna della legislazione sacra in una città governata da un unico credo su cui son d'accordo. Per dimostrare come anche in questo caso le cose siano mooolto più complesse di quel che ci verrebbe fatto credere

Nella nostra realtà l'intolleranza religiosa si basa sull'argomento che l'altro dio non esiste.

Non proprio. Fin dalle loro origini i musulmani non litigano coi cristiani e con gli ebrei per tutt'altri motivi. Che il dio di Maometto sia lo stesso dei cristiani è molto chiaro a tutti da entrambe le parti. Il problema sono le questioni teologiche. Nel Corano Dio chiama a rapporto Gesù e gli chiede come mai i cristiani siano convinti che Dio, Gesù e Maria ( siano tre dei e Gesù risponde che non ha mai detto nulla di tutto questo. Quindi le questioni
E anche dal punto di vista dei cristiani i musulmani sono quasi cristiani eretici.
Contemporaneamente gli ebrei accusano Maometto di darsi del profeta mentre Maometto accusa gli ebrei di . E in più nel Corano gli ebrei sono malvisti per come hanno trattato Gesù (profeta e sigillo di santità).
Nessuna delle tre religioni monotestiche mette in dubbio l'esistenza del dio altrui.
Almeno parlando di monoteisti.

Questo sarebbe corretto anche in gioco se non fosse che in D&D esiste la magia divina: un Chierico riceve i poteri da un dio se segue il suo dogma, altrimenti il dio lo manda a quel paese. Inoltre siamo in un gioco ed il "povero" giocatore dovrebbe sapere se sta facendo i voleri del dio o sta per essere "strafulminato". Considerato ciò, ci sono pochissimi margini di manovra per lasciare la "parola del dio" a dubbi ed interpretazioni. In D&D 4 hanno fatto la fesseria di slegare la magia divina dal dio... ma così è magia arcana! O di qualsiasi altro tipo, tranne che divina, visto che gli dei non c'entrano un tubo!

Il problema è: qual'è il dogma della divinità?
Il mio articolo è fatto apposta per questo, per ampliare il dogma delle divinità dimostrando come anche nella versione più letterale possibile del testo che parrebbe più chiaro possibile e che si pone nella versione asharita secondo cui tu non puoi interpretare il testo sacro.
Testo sacro che si pone esso stesso come base legislativa!
In ogni caso l'unica ambientazione teocentrica come la descrivi è Forgotten Realms, e già se leggi la sezione divinità di ambientazione o Fedi e Pantheon in alcuni punti ci sono addirittura le varie correnti dei vari culti (ad esempio con Tyr puoi essere più legale o più buono, e cambia tutto!).
E non credo che gli dei in persona rispondano a tutti subito.

Quindi quoto anche Taumas. Non voglio dire che nelle religioni si possa far di tutto e di più. Per esempio nell'Islam nessuno mette in dubbio l'unicità del Dio. E anche tra i cristani su alcune questioni fondamentali son stati tutti d'accordo fin dalle origini. È quando però scendi nei dettagli che nascono eresie e scismi.
Uccidere orchi nel sonno è conforme al dogma di Tyr? :mrgreen:

Infine, visto che so' pignolo, a complemento dell'articolo manca la "struttura della chiesa" (o come piffero si chiama!).

Impossibile, non esiste! Io ho analizzato la shari'a di stampo letteralista sunnita. E i sunniti non hanno una struttura ecclesiastica. L'unica versione dell'islam con una struttura ecclesiastica vaga è lo sciismo duodecimano, in cui la cosa è comunque da prendere con le pinze (visto che è comunque mooolto diversa dalla nostra). In più gli sciiti propongono versioni più interpretativistiche del testo sacro e io volevo mostrare come anche solo prendendola alla lettera le cose possano essere complesse.
Come scritto nell'articolo gli ulama (i preti dell'islam) sono più simili ai rabbini che ai preti nostri. Dottori della legge, ma non chierici come classe a parte.
Poi c'è la figura dell'imam, che però tecnicamente vuol dire "colui che guida". Il termine più basilare dell'imam è il caso in cui, in un paese di religione musulmana sia l'ora della preghiera mentre tutti sono sul bus. Serve qualcuno a guidare la preghiera, lo scelgono in quattro e quattr'otto (il più vecchio o se hanno uno degli ulama a bordo, ma si noti che la può guidare anche un "laico"), scendono dal bus, recitano la preghiera, risalgono a bordo e il bus riparte.

Se vuoi posso scrivere un articolo sulla differenziazione sunniti-sciiti e uno sulla teologia vera e propria :)
Lista di "Mostri celebri dalla mitologia al fantasy"
Partecipate alla sua stesura!

In parallelo è partita la nuova lista "Personaggi celebri dalla mitologia al fantasy" ove trovare spunti per i vostri PG e PNG.

Responsabile dei PbF
Elenco PBF attivi
Avatar utente
Luskark
Moderatore (Gold)
Moderatore (Gold)
 
Messaggi: 17875
Iscritto il: ven ott 05, 2007 7:00 am
Località: Padova

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda Red_Dragon » gio mar 22, 2012 9:31 pm

Luskark ha scritto:
Infine, visto che so' pignolo, a complemento dell'articolo manca la "struttura della chiesa" (o come piffero si chiama!).

Impossibile, non esiste! Io ho analizzato la shari'a di stampo letteralista sunnita. E i sunniti non hanno una struttura ecclesiastica. L'unica versione dell'islam con una struttura ecclesiastica vaga è lo sciismo duodecimano, in cui la cosa è comunque da prendere con le pinze (visto che è comunque mooolto diversa dalla nostra). In più gli sciiti propongono versioni più interpretativistiche del testo sacro e io volevo mostrare come anche solo prendendola alla lettera le cose possano essere complesse.
Come scritto nell'articolo gli ulama (i preti dell'islam) sono più simili ai rabbini che ai preti nostri. Dottori della legge, ma non chierici come classe a parte.
Poi c'è la figura dell'imam, che però tecnicamente vuol dire "colui che guida". Il termine più basilare dell'imam è il caso in cui, in un paese di religione musulmana sia l'ora della preghiera mentre tutti sono sul bus. Serve qualcuno a guidare la preghiera, lo scelgono in quattro e quattr'otto (il più vecchio o se hanno uno degli ulama a bordo, ma si noti che la può guidare anche un "laico"), scendono dal bus, recitano la preghiera, risalgono a bordo e il bus riparte.

E tanto mi basta :)
Luskark ha scritto:Se vuoi posso scrivere un articolo sulla differenziazione sunniti-sciiti e uno sulla teologia vera e propria :)

A me interessa :D

Ciao :)
---
Io sono colui che ha visto l'alba dei tempi
Io sono il fuoco primordiale
La mia pelle è più dura del ferro
I miei muscoli molle di acciaio
La mia intelligenza è senza limiti
Io sono quello che voi umani chiamate...
DRAGO!
Avatar utente
Red_Dragon
Leggenda Nascente
Leggenda Nascente
 
Messaggi: 4833
Iscritto il: mer set 19, 2007 7:00 am
Località: Roma

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda Luskark » gio mar 22, 2012 10:41 pm

Red_Dragon ha scritto:
Luskark ha scritto:Se vuoi posso scrivere un articolo sulla differenziazione sunniti-sciiti e uno sulla teologia vera e propria :)

A me interessa :D

Ottimo, le prossime volte scriverò articoli più medioevoccidentalizzanti ma più avanti molto volentieri ;)
Lista di "Mostri celebri dalla mitologia al fantasy"
Partecipate alla sua stesura!

In parallelo è partita la nuova lista "Personaggi celebri dalla mitologia al fantasy" ove trovare spunti per i vostri PG e PNG.

Responsabile dei PbF
Elenco PBF attivi
Avatar utente
Luskark
Moderatore (Gold)
Moderatore (Gold)
 
Messaggi: 17875
Iscritto il: ven ott 05, 2007 7:00 am
Località: Padova

Re: [Backstage] Shari'a: fonti di una legge religiosa.

Messaggioda mircoo » dom apr 15, 2012 11:43 am

ragazzi veramente complimenti per il lavoro che avete fatto!
mircoo
Avventuriero
Avventuriero
 
Messaggi: 99
Iscritto il: dom dic 04, 2011 7:14 pm


Torna a Backstage

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Pannello Utente



Chi c'è online

    Tiradadi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria