Il 5°Clone

[Chiarimento] Attacchi di opportunità

Tutto quello che riguarda la 5^ edizione di Dungeons & Dragons.

Moderatori: Webmaster, Moderatori, Mod in prova

Regole del forum
Ricordiamo di leggere il Regolamento Generale del 5°Clone e di rispettare il corretto utilizzo dei TAG del Forum.

[Chiarimento] Attacchi di opportunità

Messaggioda Blipblop » lun ago 17, 2015 10:45 am

Altra domanda da niubbo. Gli attacchi di opportunità in questa edizione appaiono molto ridimensionati rispetto alle vecchie. Nel manuale c'è scritto che un attacco di opportunità avviene solo nel momento in cui un avversario esce dallo spazio di minaccia del pg. Questo, da regole, è l'unico caso in cui può occorrere un attacco di opportunità. E' proprio così o mi sfugge qualcosa? E nel caso in cui uno lanci una magia in mischia? O nel caso in cui un avversario prono tenti di rialzarsi o di strisciare via? O nel caso in cui un personaggio usi un'arma da distanza in mischia? Tutte queste situazioni, almeno in 3.5, causavano attacchi di opportunità...
Avatar utente
Blipblop
Avventuriero Competente
Avventuriero Competente
 
Messaggi: 207
Iscritto il: gio apr 21, 2011 12:59 pm
Località: Trento

Re: [Chiarimento] Attacchi di opportunità

Messaggioda Mad_Master » lun ago 17, 2015 1:25 pm

Ed era anche logico... Ma la 5e è tutta basata sullo stretto controllo dei numeri, ancora più stretto della sua genitrice 4e, per cui avere una meccanica che genera attacchi extra in maniera non del tutto prevedibile sarebbe catastrofico...
Inoltre, i caster hanno molti meno slot di prima, per cui è probabile che abbiano voluto limitare i loro svantaggi in mischia per compensare...
Infine, gli attacchi di opportunità erano un elemento che richiedeva un'idea molto chiara delle posizioni relative dei personaggi, mentre la 5e vuole evitare la necessità di simili necessità (niente griglia di combattimento o miniature), e richiedevano molta attenzione (e tiri extra) sia da parte del DM che dei giocatori, per cui rimuovere tutte le situazioni "posizionali" dagli attacchi di opportunità gli sarà parsa una buona idea...

N.B. Non solo gli AdO ora si fanno solo in un caso, ma consumano la reazione del personaggio per quel round, per cui sono limitati sempre e solo a uno per personaggio per round... In passato non consumavano azioni...
Avatar utente
Mad_Master
Membro Gold
Membro Gold
 
Messaggi: 2361
Iscritto il: gio nov 17, 2005 8:00 am
Località: Monte Argentario

Re: [Chiarimento] Attacchi di opportunità

Messaggioda CROATAN » mar set 01, 2015 9:48 am

Blipblop ha scritto:E nel caso in cui uno lanci una magia in mischia? O nel caso in cui un personaggio usi un'arma da distanza in mischia?

in 3.5 provocavano ado, qui attacchi con svantaggio e ti assicuro che è molto pesante come penalità; solo gli spell che non hanno tiro x colpire funzioneranno senza problemi
Avatar utente
CROATAN
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 1845
Iscritto il: mer giu 16, 2004 7:00 am
Località: Savona

Re: [Chiarimento] Attacchi di opportunità

Messaggioda Red_Dragon » mer set 02, 2015 11:29 pm

Mad_Master ha scritto:Ed era anche logico... Ma la 5e è tutta basata sullo stretto controllo dei numeri, ancora più stretto della sua genitrice 4e, per cui avere una meccanica che genera attacchi extra in maniera non del tutto prevedibile sarebbe catastrofico...
Inoltre, i caster hanno molti meno slot di prima, per cui è probabile che abbiano voluto limitare i loro svantaggi in mischia per compensare...
Infine, gli attacchi di opportunità erano un elemento che richiedeva un'idea molto chiara delle posizioni relative dei personaggi, mentre la 5e vuole evitare la necessità di simili necessità (niente griglia di combattimento o miniature), e richiedevano molta attenzione (e tiri extra) sia da parte del DM che dei giocatori, per cui rimuovere tutte le situazioni "posizionali" dagli attacchi di opportunità gli sarà parsa una buona idea...

Lo è, lo è. La meccanica di Svantaggio sopperisce molto ed eliminare tutto ciò che riguarda le miniature l'ho trovata una buona idea.
Per quanto mi riguarda, poi, ho sempre mal sopportato gli AdO, che rendevano il combattimento complesso e statico (ad inizio battaglia ci si posiziona e non ci si muove mai più); credo che in tutto il tempo che ho giocato in 3.x, la regola dell'AdO l'avrò applicata tra sì e no, una volta. Quindi, a maggior ragione, son ben contento che l'abbiano ultra limitato.

Ciao :)
---
Io sono colui che ha visto l'alba dei tempi
Io sono il fuoco primordiale
La mia pelle è più dura del ferro
I miei muscoli molle di acciaio
La mia intelligenza è senza limiti
Io sono quello che voi umani chiamate...
DRAGO!
Avatar utente
Red_Dragon
Leggenda Nascente
Leggenda Nascente
 
Messaggi: 4843
Iscritto il: mer set 19, 2007 7:00 am
Località: Roma

Re: [Chiarimento] Attacchi di opportunità

Messaggioda Mad_Master » mer set 02, 2015 11:50 pm

Mah... Il vantaggio/svantaggio ha il problema di essere fin troppo semplicistica come regola per gestire situazioni complesse, come le interazioni multiple in combattimento o le somme di fattori positivi o negativi... L'unica sua vera utilità è snellire le pratiche, ma ha un bel po' di difetti comunque...

Il problema dei combattimenti statici, in passato, era che i giocatori volevano assolutamente massimizzare l'output di danno ogni dannato singolo round, così finivano per trascurare cose come il passetto strategico per cambiare posizione o le azioni di ritirata per disingaggiarsi e ripiegare, le spinte, le acrobazie, la difesa completa, eccetera... In realtà di modi per muoversi in battaglia e/o evitare gli AdO per il movimento ce n'erano parecchi già in 3.5 e ce ne sono anche di più in Pathfinder...
Avatar utente
Mad_Master
Membro Gold
Membro Gold
 
Messaggi: 2361
Iscritto il: gio nov 17, 2005 8:00 am
Località: Monte Argentario


Torna a D&D 5e

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Pannello Utente



Chi c'è online

    Tiradadi

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria