Il 5°Clone

[Recensione] Serie animate e TV a tema fantasy

Le nostre recensioni sui prodotti, più o meno noti, dell'universo GdR italiano ed estero (in particolare D&D).

Moderatori: Webmaster, Moderatori, Mod in prova

Regole del forum
Ricordiamo di leggere il Regolamento Generale del 5°Clone e di rispettare il corretto utilizzo dei TAG del Forum.

Messaggioda Bhaalspawn » mer mag 27, 2009 11:18 am

Nome: Guru Guru-Il girotondo della magia

Immagine

Tipo: anime (45 episodi)

Trama: Trecento anni fa Giri il re del male cercò di conquistare il continente di JamJam, ma il re del continente chiese l'aiuto del popolo Migumigu, depositario dell'arte magica Guruguru, per sconfiggerlo. I Migumigu riuscirono a imprigionare Giri, ma ora l'antico re del male si è liberato. Toccherà ai giovanissimi Nike, il"Valoroso Guerriero", e a Kokorì, ultima depositaria dell'antica arte magica Guruguru, partire per un lunghissimo viaggio per sconfiggere il malvagerimmo re del male Giri.
No, non sto scherzando. La trama è davvero questa...

Commento: è un anime demenziale: se non avete senso dell'umorismo o prediligete anime più "seri" allora ve lo sconsiglio. Se invece siete maniaci di GdR che vogliono farsi due risate provate a guardarlo: questo anime ha la particolarità di essere la parodia di vecchissimi RPG per computer, come Zelda o i primi Final Fantasy. Per questo motivo spesso si sentono frasi come "passiamo per il bosco, così magari incontriamo qualche mostro e facciamo esperienza" oppure concetti come "salire di livello". Cosa molto divertente sono le barre di testo che compaiono per descrivere personaggi e oggetti (proprio come nei sopracitati GDR per computer). Nel complesso però l'anime lascia un po' perplessi, perchè non si capisce bene il target a cui è indirizzato. L'animazione e i personaggi sembrano indirizzarsi ad un pubblico molto giovane, ma i chiari riferimenti agli RPG difficilmente verrano colti dai giovanissimi. Insomma il tutto è un po' strano, ma in qualche modo interessante.
Immagine

hai giocato a Torment? No? Molto male
Avatar utente
Bhaalspawn
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: lun ott 06, 2008 7:00 am

Messaggioda Xarius » dom giu 14, 2009 2:03 pm

Nome: Zero no tsukaima

Immagine

Tipo: serie animata

Trama: nel continente di Halkeginia, più precisamente nella nazione di Tristain, si trova una scuola di magia aperta ai nobili del regno. In questo istituto vive anche Louise Françoise le Blanc de la Vallière, una giovane maga testarda e snob completamente incapace. Per questo motivo e anche per il suo seno poco sviluppata è conosciuta in tutto l’istituto con l’appellativo di Zero.
Durante l’inizio del secondo anno di scuola gli studenti sono alle prese con l’evocazione del proprio famiglio (un essere fedele al mago che lo ha richiamato e che ne dovrebbe rispecchiare diverse caratteristiche). Al momento dell’evocazione la ragazza si vede piombare di fronte un adolescente giapponese che parla una lingua strana. La maga in preda alla vergogna si ritira nelle sue stanze e attraverso un incantesimo fortuito, con annessa esplosione collaterale, riesce a dare la possibilità al suo famiglio di parlare e comprendere gli altri. Il ragazzo (Saito Hiraga) non capisce che cosa sia successo e il perchè debba essere maltrattato da Louise. Prima di riuscire ad ambientarsi l’adolescente combinerà diversi pasticci finchè non capirà durante lo scontro con un altro mago di essere in possesso di un grande potere.

Commento: il nome dell'anime significa appunto Il famiglio di Zero. Come detto tutto si svolge nel continente di Halkeginia (una sorta di Europa alternativa con un struttura sociale simile al sistema feudale europeo) dove i nobili sono gli unici ad essere in grado di usare la magia e la gente comune è trattata miseramente. L’anime è un fantasy condito con numerose gag. Risulta, quindi, relativamente leggero e di gradevole visione.
Avatar utente
Xarius
Eroe Esperto
Eroe Esperto
 
Messaggi: 2673
Iscritto il: gio ott 04, 2007 7:00 am

Messaggioda Bhaalspawn » gio lug 02, 2009 6:14 pm

Nome: Utawarerumono

Immagine

Tipo: Anime (26 episodi)

Trama: In un mondo simil-cina-medievale dove gli esseri umani hanno code e orecchie di animali, un uomo "normale" si risveglia in un bosco gravemente ferito e completamente privo di memoria, con addosso una maschera metallica che non riesce in alcun modo a togliere. Due giovani sorelle lo soccorrono e lo portano al loro villaggio, dove lo straniero viene accolto con ostilità. Ben presto però si farà ben volere dai paesani, e guiderà addirittura una rivolta contro il tiranno della regione, diventando poi sovrano del regno e radunando attorno a se guerrieri formidabili; ma la storia è ben lungi dalla fine, e numerose saranno le svolte e gli sviluppi...

Commento: Niente affatto male questo anime poco conosciuto. La storia prende, i personaggi anche, l'ambientazione non è male.
Dal punto di vista tecnico tutto buono (ma nulla di stupefacente). Buona l'animazione, buono il character design, buona la regia. Belle le musiche.
Tutta questa somma di fattori lascia perdonare alcune sciocchezze e menate (IMHO) tipo le orecchiette da animali di molti personaggi, che sono, per dirla alla giapponese, "così tremendamente moe-moe" (bah :? ), e altre cose varie.
Interessante anche il fatto che stavolta non è il guerriero o il cavaliere il protagonista, ma il sovrano; lo vediamo quindi prendere decisioni difficili, riflettere sulla difesa del popolo, elaborare strategie durante le battaglie.
I pregi superano i difetti. Bello.
Immagine

hai giocato a Torment? No? Molto male
Avatar utente
Bhaalspawn
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: lun ott 06, 2008 7:00 am

Messaggioda Bhaalspawn » lun lug 06, 2009 7:40 pm

Nome: Dark Knight

Immagine

Tipo: Telefilm

Trama: Il cavaliere Ivanhoe lotta contro il tiranno Giovanni Senzaterra nell'Inghilterra dei secoli bui, aiutato dalla guerriera Rebecca e dal nano Odo (non la razza fantasy, un nano vero). Durante i suoi viaggi oltre ai malvagi e ai prepotenti dovrà fronteggiare anche la minaccia del soprannaturale, nella forma di mostri, streghe e stregoni malvagi; tra tutti spicca il terribile Mordour (il nome vi ricorda qualcosa?^^).

Commento: Premettiamo tre cose: ho visto solo pochi episodi; non è un adattamento dell'Ivanhoe di Sir Walter Scott, del personaggio usa solo il nome; è del 2000 (cioè ben 9 anni fa).
è un telefilm che "ci prova". Ci prova a essere bellino ma non ce la fa. Ci prova ad essere accattivante ma non ce la fa. Ci prova ad essere più crudo e brutale dei classici telefilm per famiglie, come dovrebbe essere per un film ambientato nel medioevo, e almeno in questo un po' ci riesce.
Diciamo che qua almeno un po' con le spade si sventrano, invece che insensataggini alla Hercules e Xena dove le spade sono per bellezza e si risolve tutto a cazzotti (dai briganti agli dei^^).
Gli attori non sono il massimo ma figurano bene nella loro parte. Alcuni episodi hanno discrete scenneggiature. Quello che proprio non va (e danneggia tutto il telefilm) è il lato tecnico: va bene che è del 2000, ma se la computer grafica non la si sa usare è meglio tornare ai vecchi pupazzoni in cartapesta, che sono più credibili.
Se avete una discreta immaginazione che vi permette di sorvolare sullo scarso lato tecnico allora potete guardarvelo; magari dà qualche idea per avventure di D&D.
Immagine

hai giocato a Torment? No? Molto male
Avatar utente
Bhaalspawn
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: lun ott 06, 2008 7:00 am

Messaggioda Xarius » gio lug 16, 2009 3:48 pm

Nome: I cieli di Escaflowne

Immagine

Tipo: serie animata

Trama: Hitomi Kanzaki, una studentessa nota tra le sue compagne per le doti di lettura dei tarocchi e per avere visioni di eventi futuri, è alle prese con la vita di tutti i giorni. Diversi saranno gli eventi che sconvolgeranno la giornata della ragazza finchè le apparirà di fronte un ragazzo armato di spada e poi un drago. Dal combattimento ne uscirà vincitore il giovane davanti agli occhi esterefatti di Hitomi, fondamentale ai fini dell’esito dello scontro grazie ai suoi poteri di chiaroveggenza, e di un altro paio di spettatori. Al termine della battaglia improvvisamente la ragazza si troverà catapultata insieme al guerriero in uno strano posto. Nel cielo di questo luogo la ragazza vedrà non solo la Luna, ma anche un altro pianeta...la Terra. Dopo le spiegazioni del caso verrà a sapere di trovarsi a Gaea in un mondo diverso al suo e in compagnia del principe Van Fanel. Per succedere al trono Van doveva abbattere e recuperare la fonte del potere del mostro e tale battaglia lo aveva addirittura condotto sulla Terra. A Gaea e più precisamente nel regno di Fanelia sembra tutto tranquillo ma in realtà in questo nuovo mondo il caos regna sovrano. L’Impero di Zeibach , potente stato di Gaea, distruggerà Fanelia alla ricerca di qualcosa di non ben definito, almeno all’inizio, costringendo i ragazzi a fuggire. Per fare ciò risveglieranno il potere sopito del leggendario Escaflowne, una mitica macchina in grado di essere controllata solo dai reggenti di Fanelia. Sullo sfondo di questo scenario, tra combattimenti di spada, utilizzo di enormi giganti meccanici e nemici inaspettati i ragazzi vedranno l’avvicendarsi di eventi che li porteranno a diventare elementi chiave del conflitto.

Commento: Il titolo originale è Tenkū no Esukafurōne, letteralmente "Escaflowne del cielo". Nonostante l’elemento fantasy sia indubbiamente presente , si possono riscontrare anche altre caratteristiche che lo rendono particolare. A mio avviso questo mix di elementi ha portato ad un ottimo prodotto. Belli i combattimenti, forse un pò particolare l’elemento femminile ma dopo qualche puntata ci si fa l’abitudine. Inoltre nelle battaglie interessante l’utilizzo di questi enormi robottoni la cui fisionamia ricorda cavalieri medievali in armatura e mantello e armati di spada, tutto sullo sfondo di un ambientazione simil medievaleggiante. Bella la storia con richiami a nomi ed eventi che non vi racconterò. Insomma, da vedere nonostante sia un prodotto di ben 13 anni fa. Dimenticavo, giusto una chicca, dall'anime è stato fatto anche un film movie ma il design di molti personaggi è stato cambiato al punto tale da renderli quasi irriconoscibili ad un appassionato dell'anime. Lascio a voi scoprire il resto.
Avatar utente
Xarius
Eroe Esperto
Eroe Esperto
 
Messaggi: 2673
Iscritto il: gio ott 04, 2007 7:00 am

Messaggioda Bhaalspawn » gio ott 01, 2009 9:57 am

Nome: Hercules - The Legendary Journeys

Immagine

Tipo: serie TV (116 episodi)

Trama: Questa è la storia di un tempo lontanissimo, il tempo dei miti e delle leggende.
Gli antichi Dei erano crudeli e meschini.
Soltanto un uomo osò sfidare la loro potenza: Hercules.
Hercules era in possesso di una forza sconosciuta sulla terra, una forza superata solo dal suo coraggio; ma dovunque andasse era perseguitato dalla matrigna, Giunone, la potentissima regina degli Dei.
L'eterna ossessione di Giunone era quella di annientare Hercules: lui era la testimonianza vivente dell'infedeltà di Giove.
Finché degli esseri umani avessero invocato aiuto, c'era un uomo sempre pronto a correre in loro soccorso incurante delle difficoltà: Hercules.

Commento: La storia è quella, molto romanzata (o per meglio dire molto americanizzata) del mitologico Ercole, Eracle o Hercules che dir si voglia. Il nostro semidio in questa serie è un vero e proprio supereroe senza macchia: sempre giusto, sempre corretto, sempre saggio, sempre coraggioso, sempre "avanti" e "moderno" in un'epoca cupa e disperata. Ma vabbè.

Gli interpreti: Kevin Sorbo (Hercules) ci mette i muscoli necessari per questa parte e la bella faccia, Michael Hurst (Iolao) ci mette simpatia. Da segnalare anche la presenza di un paio di altri personaggi ricorrenti: Bruce Campbell (proprio lui) nella parte di Autolico, sedicente "re dei ladri", e Robert Trebor in quella di Salmoneo, avido mercante (o forse "imprenditore") e macchietta comica.
Gli effetti speciali: per l'epoca (e tenendo in considerazione che si tratta di una serie tv e non di cinema) sono decisamente di buon livello (in certi episodi più che in altri però).
Le storie: certi episodi sono passabili, altri divertenti, altri decisamente il peggio del peggio.

I primi film tv usati per lanciare la serie nel 1994 non sono poi così male, e anzi sono interessanti per trovate grafiche, registiche ecc. ecc..
Andando avanti con le stagioni televisive c'è un continuo degrado. Le divinità, per esempio, da potenti esseri disincarnati che tramano nell'ombra diventano umani con superpoteri (il principale è il teletrasporto) e buffonerie varie: per niente convincenti insomma. Le genti della grecia (non aspettatevi niente di storico fin dall'inizio, ma tutto sommato non è una cosa importante) da genti spaventate e ignoranti dei primi episodi diventano allegroni che indicono festival di danza e altre robe del genere. I combattimenti poi son da ridere: i cattivi usano spade e altre armi; Hercules e compagni invece essendo supereroi non uccidono mai nessuno e combattono sempre e solo con calci e pugni.

Il mio giudizio finale è: fino a 13 anni può piacervi (a me era piaciuta). Se invece avete sviluppato un po' di senso critico provate a prenderla come una serie comica e magari vi diverte lo stesso. Discorso a parte per i film TV che iniziano la serie: vado a memoria ma mi sembra di ricordare che non fossero poi così terribili.
Immagine

hai giocato a Torment? No? Molto male
Avatar utente
Bhaalspawn
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: lun ott 06, 2008 7:00 am

Messaggioda Luskark » gio ott 01, 2009 11:02 am

Nome: Blue Dragon

Immagine

Tipo: serie animata (51 episodi)

Trama: Secoli dopo una guerra tra la luce e le ombre, le ombre si stanno risvegliando e Shu, ragazzo di un villaggio che sogna di diventare un cavaliere si trova costretto a partire assieme alla sua amica d'infanzia e a due combattenti appena arrivati alla sua ricerca visto che è uno dei cosiddetti evocatori di ombre, umani dotati del potere di trasformare la propria ombra in un mostro in battaglia e di usarla in combattimento. Dovranno quindi grazie anche a nuovi compagni incontrati durante il viaggio

Commento: La trama segue mescolandole quelle più che classiche dell'high fantasy e degli shonen manga: il ragazzo (diciamo anche bambino) più o meno senza famiglia, stupido, il villaggio attaccato dai soldati del male in cerca di lui, l'amica che mena chiunque faccia allusioni o a suo parere la insulti, la posizione urlante alla Dragonball per evocare l'ombra, le forze del male eccetera.
L'anime in questione è tratto da un videogioco di ruolo giapponese molto famoso dove il character design è stato affidato ad Akira Toiyriama (autore per l'appunto di Dragonball) e le somiglianze tra il Dragonball originale e questo si notano fin troppo (i capelli di Shu, le somiglianze tra Bulma e Kluke entrambe meccaniche, Nene ricorda PiccoloDaimao/AlSatan, i soldati sembrano quelli del fiocco rosso e c'è persino un comandante con uno degli scouter/rivelatori sull'occhio).
Una nota di demerito alle ombre evocate, può essere interessante il fatto che si ribellino e abbiano la loro personalità (ma non originale ormai, il demone dentro anche CM che sia una volpe a nove code o un hollow è ormai abbastanza comune) ma il design dei mostri che escono fuori a mio parere si sarebbe potuto fare meglio.
Oltre agli elementi del fantasy tradizionale da ricordare che questo è un fantasy tecnologico, con motociclette e quasi-astronavi volanti da guerra (disegnate con un 3D che a mio parere stona con il resto), pur mantenendo carri trainati da cavalli, armature medievali, spade e quant'altro (tanto che a volte l'accostamento può far sorridere)

In definitiva? Può sorprendere un pubblico di bambini che non abbiano letto o visto SdA, Eragon, Naruto e Dragonball (anche se mi sembra dura). Per tutti gli altri, buono per rilassarsi in uno spettacolino senza pretese e senza filler (non essendo tratto da un manga) su una rotaia già prestabilita

Nota del Redattore: il mio commento si basa sui primi episodi trasmessi in italia finora, in caso gli sviluppi successivi dovessero portare novità editerò volentieri il post con una nuova parte di commento

EDIT: come promesso ecco un aggiornamento
La trama sembra proseguire senza particolari novità e si struttura presto nello stile di un videogioco GdR fantasy, trova oggetti per salire di livello e trovati gli oggetti acquisisci un nuovo potere.
Ma nonostante le premesse e i primi episodi devo ammettere che, con forti sorprese per lo spettatore, la serie si risveglia decisamente da un certo punto in avanti (episodio 35 circa) porta Blue Dragon verso impreviste conseguenze molto interessanti e molto piacevoli, alzando nettamente il mio giudizio sull'anime. Provare per credere

Nota sulla versione italiana: sembrerebbe ridicolo pensare a censure in un anime senza sangue destinato a un pubblico molto giovane ma incredibilmente (ma non così tanto, almeno per chi sapesse della censura di One Piece in america dove Sanji da fumare una sigaretta si trova a tenere sempre in bocca un lecca lecca) in america e in italia (sia sulla versione Cartoon Network sia in quella della Mediaset) sono state operate pesanti censure, appiattendo totalmente il seno di un personaggio e cancellando con paint ogni traccia possibile che potesse far pensare al nudo (se siete interessati nel dettaglio trovate maggiori informazioni qui, qui e qui)
da notare come la mediaset censuri pesantemente l'animazione ma contemporaneamente metta senza problemi nelle pubblicità tra i cartoni censurati modelle (persone vere) dal seno molto più scoperto e il trailer della trasmissione serale di Natale a non so dove, nel cui trailer curiosamente le donne nude abbondano e tutto ciò che è stato censurato in carta ritorna in carne ed ossa, quindi evviva l'ipocrisia (anche se temo di fare discorsi già noti a chiunque abbia seguito animazione giapponese)
Lista di "Mostri celebri dalla mitologia al fantasy"
Partecipate alla sua stesura!

In parallelo è partita la nuova lista "Personaggi celebri dalla mitologia al fantasy" ove trovare spunti per i vostri PG e PNG.

Responsabile dei PbF
Il Reclutamento è aperto!
Avatar utente
Luskark
Moderatore (Gold)
Moderatore (Gold)
 
Messaggi: 18033
Iscritto il: ven ott 05, 2007 7:00 am
Località: Padova

Messaggioda Bhaalspawn » sab ott 24, 2009 11:15 am

Nome: Xena - Principessa Guerriera

Immagine

Tipo: serie TV (137 episodi)

Trama: Al tempo degli Dei dell'Olimpo, dei signori della guerra e dei re che spadroneggiavano su una terra in tumulto, il genere umano invocava il soccorso di un eroe per riconquistare la libertà.
Finalmente arrivò Xena, l'invincibile principessa guerriera forgiata dal fuoco di mille battaglie.
La lotta per il potere, le sfrenate passioni, gli intrighi, i tradimenti furono affrontati con indomito coraggio da colei che, sola, poteva cambiare il mondo.

Commento: Ci proverò ad essere obiettivo, ma non è facile.
è uno spin-off di Hercules, il produttore è lo stesso, l'atmosfera è simile alla sua serie madre (secondo me in realtà Xena è peggiore).
La storia è ambientata nella Grecia dei miti, almeno in teoria; nella pratica invece è ambientata in un universo fantasy costruito e gestito a casaccio, senza un minimo di coerenza logico-storica.
Xena è un capo-bandito amazzone con tanto di "armatura fantasy-style proprio di quel tipo". All'inizio è una dei "bad guys", ma poi si ravvede e diventa una dei "good guys". Naturalmente in un telefilm americano anni novanta a prescindere dall'ambientazione diventare una dei buoni significa diventare un supereroe tutto d'un pezzo che la spada la porta solo per fare scena e stende tutto e tutti a suon di cazzotti (e arti marziali! La greca Xena conosce una tecnica dei punti di pressione che... lasciamo perdere và), dai briganti e scagnozzi incapaci fino alle divinità, su tutti Marte, il dio della guerra che combatte pure lui a cazzotti. In più il suo cerchio rotante funziona all'incirca come lo scudo di Capitan America, ma lei è più brava (strano eh?).
Nelle sue avventure è accompagnata da Olimpia, na bionda che all'inizio della serie è praticamente inutile e serve per dare a Xena qualcuno con cui parlare (in pratica la funzione di Pak all'inizio della serie Berserk), successivamente impara a combattere ma la sua utilità (non nell'economia del racconto, ma nel risolvere le situazioni) rimane dubbia. Divertente notare che in lingua originale Olimpia si chiama Gabrielle. Probabilmente il traduttore leggendo "ambientato nella grecia antica" e "la sua amichetta si chiama Gabrielle" si disse qualcosa tipo "ma che caz...?!". Probabilmente se avesse potuto visionare gli episodi successivi prima della traduzione non se ne sarebbe preoccupato più di tanto.
Questo ci riporta al discorso ambientazione, che è fatta a casaccio. Voglio precisare una cosa: per me l'ambientazione in una serie fantasy è fondamentale, ma capisco che sia una cosa non necessaria per il successo effettivo di una serie, l'importante è che sia divertente. Dicevamo l'ambientazione: Xena picchia/incontra i personaggi più disparati, dai briganti dai nomi assurdi, alle divinità greche (ma è proprio forte questa Xena eh?), ai maestri dei punti di pressione, fino ai santoni buddisti pacifisti e a Omero stesso, per poi partecipare all'assedio di Troia (dove ovviamente lei è il personaggio fondamentale), finire in paradiso e diventare temporaneamente un arcangelo (!!!!!) e combattere contro le legioni di Giulio Cesare (LOL). Finisse qui... lei e Olimpia vengono pure ibernate in un ghiacciaio e si risvegliano anni dopo per combattere pure Marco Antonio. Inoltre Xena rimane pure incinta in stile "immacolata concezione"... ho detto tutto. Non commento queste ultime righe perchè ognuno trae le conclusioni che vuole.

Concludo dicendo che sì, si capisce che la serie all'epoca l'ho vista, e forse vale il giudizio dato su Hercules e cioè che se avete 13 anni è probabile che vi piaccia, se siete più grandicelli vi piace se volete qualcosa di leggero e stupidotto (ma IMHO ci sono cose leggere e stupidotte più divertenti). Spezzo una lancia a favore dicendo che questa serie, dato il suo enorme successo di pubblico (!!!!!), ha storicamente aperto le porte a produzioni fantasy di ampio respiro in contesto televisivo.

Un paio di curiosità: non si è mai capito se Xena e Olimpia avessero una storia omosessuale; gli autori sono sempre rimasti sul vago. Inoltre vale la pena segnalare la presenza di Bruce Campbell nella parte del re dei ladri.
Immagine

hai giocato a Torment? No? Molto male
Avatar utente
Bhaalspawn
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: lun ott 06, 2008 7:00 am

Re: [Varie] Recensioni serie animate e TV a tema fantasy

Messaggioda Bhaalspawn » mer dic 30, 2009 1:20 pm

Nome: krod mandoon and the flaming sword of fire

Immagine

Tipo: serie TV (6 episodi)

Trama: Krod, che è fondamentalmente un idiota, guida il suo gruppetto di ribelli ( il servitore mezzo uomo e mezzo maiale, il mago di colore incapace di compiere qualsiasi magia, la disinibita pagana e Bruce) contro l'autorità imperiale in un tipico mondo fantasy-medievale. Il loro scopo in questa serie sarà impedire al malvagio Dongalor di attivare il suo artefatto/arma di distruzione di massa.

Commento: divertente parodia del genere fantasy prodotta da comedy central. Non è una delle serie comiche migliori, però non è affatto male e qualche risata la strapperà di certo. Il cattivo Dongalor, i cui intermezzi con il fido lacchè Barnabus si alternano alle avventure di krod e compagni, è divertentissimo e basta a rendere il telefilm meritevole di essere guardato. Unica pecca è che sia durata così poco, soprattutto perchè negli ultimi episodi sembrava ingranare e diventare più divertente. Consigliata per farsi due risate e per l'interpretazione di Matt Lucas nel ruolo del cattivo.
Avatar utente
Bhaalspawn
Eroe
Eroe
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: lun ott 06, 2008 7:00 am

Re: [Varie] Recensioni serie animate e TV a tema fantasy

Messaggioda Ibis » sab gen 16, 2010 3:00 pm

Nome: La spada della verità

Immagine

Tipo: serie TV (22 episodi)

Trama: la storia si svolge nel mondo che l’autore, Terry Goodkind, ha creato nella sua serie di romanzi fantasy intitolata”La Spada della Verità”. Le tre principali province sono le Terre Occidentali, le Terre Centrali e l’Impero del D’Hara. Territori Occidentali (Westland), che costituiscono la regione più ad Ovest del cosiddetto Nuovo Mondo. Le terre Occidentali sono separate da un confine magico invalicabile dalle Terre Centrali (Midlands), a loro volta separate ad Est, da un confine analogo, dall’Impero del D’Hara governato da Darken Rahl. Le Depositarie invece controllano il benessere del popolo delle Terre Centrali.
La storia inizia con il tentativo di invasione, da parte dell’esercito di Darken Rahl, delle Terre Centrali. I confini magici, eretti da un potente arcimago, con le Terre Centrali stanno cedendo sotto un pressante assedio da parte dell’esercito di Rahl. Kahlan Amnell (Bridget Regan), una Depositaria, si avventura nelle Terre Occidentali, inseguita da alcune guardie, in cerca di un mago e del Cercatore, che secondo la profezia sarà in grado di sconfiggere Rahl. Kahlan trova il mago, Zeddicus Zu’l Zorander (Bruce Spence), e il Cercatore, Richard Cypher (Craig Horner), che è costretto ad accettare il suo destino. Insieme, partono per un viaggio alla ricerca di Rahl e dei suoi seguaci…

Commento: la storia a mio parere è bella rispecchia la classica avventura fantasy, ci sono tutti gli elementi principali: magia, guerre, eroi, lotte, personaggi da salvare e amore (forse un’pò troppo). Gli attori secondo me non sono eccezionali, ma migliorano di volta in volta negli episodi, sono un’pò plastici. Gli effetti speciali sono belli e meritano, sono poche le serie fantasy cosi ben fatte da questo punto di vista. Altro non so dire in quanto è tutt’ora in programmazione

Scusate se non sono stata molto proffessionale ma per me è la prima volta :oops:
Avatar utente
Ibis
Eroe Incauto
Eroe Incauto
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: lun ott 26, 2009 7:00 am

PrecedenteProssimo

Torna a Recensioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Pannello Utente



Chi c'è online

    Tiradadi

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria