Il 5°Clone

[Recensione] La Biblioteca del 5°Clone

Le nostre recensioni sui prodotti, più o meno noti, dell'universo GdR italiano ed estero (in particolare D&D).

Moderatori: Webmaster, Moderatori, Mod in prova

Regole del forum
Ricordiamo di leggere il Regolamento Generale del 5°Clone e di rispettare il corretto utilizzo dei TAG del Forum.

[Recensione] La Biblioteca del 5°Clone

Messaggioda Kalvalastir » mar lug 25, 2006 9:28 am

Signore e signori, apre oggi la Biblioteca del 5°Clone... volete qualche consiglio sui libri da leggere? Vi siete riletti per la quindicesima volta il Signore degli Anelli e non sapete dove sbattere la testa? Avete bisogno di ispirazione per le vostre campagne o per interpretare meglio i vostri PG? Cercate tra i libri consigliati dagli utenti quello che fa per voi...

Titoli disponibili (in ordine per autore):
Ognuno può inserire la propria recensione, basta rispettare questo schema semplice semplice:

Titolo: Titolo del libro
Autore: Autore
Edizioni: Edizioni e anno di pubblicazione

[img]se%20reperibile,%20linkare%20l'immagine%20di%20copertina[/img]

Trama: descrivere brevemente la trama. l'ideale è un paragrafo di poche righe, in cui si racconta a grandi linee gli eventi salienti (ma naturalmente non i colpi di scena :P).

Commento: impressioni personali sul libro, cosa è piaciuto, cosa no, eventuali citazioni, personaggi particolari, ecc. Insomma: la risposta alla domanda "Perché vale la pena leggerlo?"


Note Importanti: il topic è riservato alle recensioni. Ogni nuova recensione verrà da me linkata sopra, in ordine per autore. Ogni altro messaggio verrà eliminato senza pietà :P (scherzo, naturalmente... evitate di postare commenti insomma).
Se avete commenti su uno dei libri presenti, aprite un nuovo topic e mettete nel titolo il libro a cui vi riferite... se inserite la recensione, non aprite anche il topic di commento: lasciate che siano gli interessati a farlo (altrimenti riempiamo l'Off Topic di discussioni morte in partenza che magari non interessano a nessuno...)


Kal il Bibliotecario
Ultima modifica di Kalvalastir il mar set 30, 2008 5:21 pm, modificato 44 volte in totale.
Admin del 5°Clone
--------------------------------
Il mio sito personale: Consulente Web Marketing
Avatar utente
Kalvalastir
Admin
Admin
 
Messaggi: 9557
Iscritto il: gio nov 25, 2004 8:00 am
Località: Trento

Messaggioda Kalvalastir » mar lug 25, 2006 9:30 am

Inizio io, per rompere il ghiaccio... ;)

Titolo: Perdido Street Station
Autore: China Mieville
Edizioni: Fanucci - Solaria - 2003

Immagine

Trama: nella fosca e tentacolare metropoli di New Crobuzon - popolata da razze strane ed aliene come le Khepri, gli uomini-cactus, gli anfibi vodyanoi e (incidentalmente) anche umani - vivono ogni sorta di scienziati, artisti e malfattori. Un bel giorno un enigmatico personaggio giunge in città dopo un lungo viaggio dagli sconfinati deserti del Cymek con un'assurda richiesta, evento che scatenerà una vicenda appassionante e ricca di colpi di scena, in tutte le zone della città, fino a culminare nel cuore ibrido della metropoli, punto di incontro, divisione, compromesso urbanistico: Perdido Street Station.

Commento: L'autore dipinge un affresco ricco e dettagliato di una città immensa, che di fatto è un mondo intero, all'interno del quale si svolge tutta la vicenda. I pesonaggi sono molto ben caratterizzati; da quelli più umani come Isaac dan der Grimnebulin, protagonista ed eclettico scienziato, o Yagharek, Garuda del Chymek, fino a quelli più alieni e intriganti come il Tessitore, misteriosa creatura-ragno che intesse i fili del mondo, guidato dal puro senso estetico.
L'atmosfera è tipicamente steampunk: convivono assieme oscure tecnologie basate sul vapore o pile elettriche, con stregoneria, taumaturgia, arti oscure e piani di esistenza.
Si possono ritrovare richiari riferimenti alle atmosfere visionarie di un fumettista come Moebius o un disegnatore come Giger, e al tempo stesso richiami ad atmosfere a noi più vicine (New Crobuzon ha molto in comune con Sigil, la città delle porte... oltre ad alcuni personaggi secondari TROPPO D&D... ladri e furfanti saccheggiatori di tombe con ogni sorta di equipaggiamento "magico").
Non è un libro perfetto, ma i difetti che si trovano qua e là nella trama sono ampiamente compensati dalla nitidezza e precisione con la quale è dipinto questo bellissimo ed originale affresco di fantasy moderno, che molto prende dalla cultura pop contemporanea, mischia e reinventa per ottenere un risultato finale davvero godibile.


Per commenti sul libro: questo il topic
Admin del 5°Clone
--------------------------------
Il mio sito personale: Consulente Web Marketing
Avatar utente
Kalvalastir
Admin
Admin
 
Messaggi: 9557
Iscritto il: gio nov 25, 2004 8:00 am
Località: Trento

Messaggioda fabulousfab » mar lug 25, 2006 1:47 pm

Titolo: Le cronache del ghiaccio e del fuoco - "Il trono di spade" e "Il grande inverno"
Autore: George R.R. Martin
Edizioni: Mondadori - Oscar - 2001
ISBN: 8804494069 e 8804490675

Immagine Immagine

Trama: In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L'ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all'ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all'estremo Nord, la barriera - una muraglia erettta per difendere il regno da animali primordiali, e soprattutto, dagli Estranei - sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono allora quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita, o il senno, a chi ha la mala sorte di incontrarli?
La fine della lunga estate è vicina, l'inverno sta arrivando e non durerà poco: solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre.

Commento: Questi due libri, che in lingua originale sono raccolti in un unico romanzo, fanno parte di una saga ("Le cronache del ghiaccio e del fuoco") attualmente composta da 7 libri già pubblicati e 2 in corso d'opera.
I romanzi sono realizzati con uno stile narrativo avvincente, una trama ben articolata, dei personaggi tanto ottimamente delineati e caratterizzati da essere difficilmente divisibili tra "Buoni" e "Cattivi", uno stile descrittivo sorprendentemente minuzioso e accurato.
L'autore è bravo a mantenere l'attenzione del lettore pressochè viva costantemente e non mancano colpi di scena disarmanti che lasciano senza respiro.
La vera sorpresa è però la narrazione con il suo stile duro e tagliente, alla ricerca del lato oscuro del medioevo, ci troviamo davanti al tentativo continuo, peraltro ben riuscito, di presentare unà realtà diversa dalla solita eroic fantasy, più vicina a quello che è stato in verità questo periodo storico.
Il lessico è ricercato e raffinato, anche quando l'autore tratta temi indicati per un lettore adulto come ad esempio violenze, omicidi e stupri.

Saga innovativa nel genere fantasy che consiglio a tutti voi mitici Cloni!!!




"La Barriera... torreggiante dilatazione di sfumature azzurre, cristalline sotto i raggi accecanti...

La Barriera... se fosse crollata, l'intero universo sarebbe stato travolto."


(George R. R. Martin - IL TRONO DI SPADE)



Per commenti sul libro: questo il topic
Ultima modifica di fabulousfab il mer lug 26, 2006 8:30 am, modificato 1 volta in totale.
No try. Do, or do not. There is no "try". (Yoda, Maestro Jedi)
Avatar utente
fabulousfab
Avventuriero
Avventuriero
 
Messaggi: 65
Iscritto il: lun giu 07, 2004 7:00 am

Re: [Libri] La Biblioteca del 5°Clone

Messaggioda CuginodiAlf » mar lug 25, 2006 4:04 pm

Titolo: Ash - Una storia Segreta libro I, II, II, IV (4 volumi)
Autore: Mary Gentle
Edizioni: Fanucci
Immagine

Trama: Pierce Ratcliff, storiografo dei nostri giorni, ha fatto una grandiosa scoperta e la condivide, per posta elettronica, con una collega cui chiede consiglio. Ha scovato e sta traducendo la versione originale di un antico manoscritto che, descrivendo le gesta di un Capitano di Ventura donna, di nome Ash, getta nuova luce su un oscuro periodo storico del nostro medioevo, il periodo d'oro del regno di Borgogna. Ma, man mano che il suo lavoro procede, il sempre più disorientato Ratcliff trova discrepanze inspiegabili fra la storiografia ufficiale e quella narrata nel libro: come può esistere il regno di Cartagine nel tardo medioevo? Perchè si parla di un fantomatico Cristo Verde? Che origine hanno le misteriose voci che guidano Ash in battaglia, e cosa si nasconde dietro ai cosiddetti fautori di miracoli? Possono i Golem essere stati qualcosa di più di un mito? Questo manoscritto è un falso clamoroso, o nasconde qualcosa d'altro?

Mentre la traduzione procede, le incalzanti avventure di Ash e dei suoi compagni si svilluppano sempre più davanti ai nostri occhi, e il mistero continua ad infittirsi...

Commento: Scordatevi palle di fuoco o draghi volanti: nel medioevo di Mary Gentle la magia è molto più soffusa e strisciante, eppure potentemente presente nell'influenzare le azioni dei protagonisti. Non vi è spazio per morale e buonismo nella dura vita del Comandante Ash - che ha dovuto farsi strada fin da bambina in un mondo che non lasciava speranza a chi non fosse abbastanza forte - e dei suoi amici e soldati, coinvolti in una guerra che sembra dilagare senza fine. L'autrice sa appassionarci in una rappresentazione cruda e realistica della durezza della vita nel medioevo, senza veli ma senza indulgere in violenza gratuita. Infondendo vita e sentimento nei suoi personaggi e coinvolgendoci nelle loro avventure.

E sa trascinarci di sorpresa in sorpresa, nel seguire il mistero che sta dietro al manoscritto del Fraxinus, fino ad un finale sorprendente che solo i lettori più attenti potranno intuire.


Utilizzate il topic Ash, Una storia segreta per commenti su questo ciclo.
CdA del CRM, e Paradosso Ambulante.
Scrivete qui il vostro messaggio, mi incaricherò di diffonderlo a dovere
Avatar utente
CuginodiAlf
Eroe Esperto
Eroe Esperto
 
Messaggi: 2757
Iscritto il: mer giu 23, 2004 7:00 am
Località: Trieste

Messaggioda Kalvalastir » gio lug 27, 2006 9:42 am

Ecco qua un classico... un romanzo che non dimostra assolutamente i suoi 27 anni:

Titolo: La Storia Infinita
Autore: Michael Ende
Edizioni: Corbaccio - 2003

Immagine

Trama: Bastiano Baldassarre Bucci è un ragazzo timido, introverso, con la passione per la lettura. Una mattina, per sfuggire alle angherie continue dei suoi compagni di scuola, si rintana in una vecchia libreria dove trova un vecchio libro impolverato, dal titolo "La Storia Infinita" (sì, come quello che avete tra le mani mentre leggete). Si rifugia quindi nella soffitta della scuola ed inizia a leggere, partecipando sempre di più alle avventure del giovane Atreyu, in missione per salvare il regno di Fantàsia dalla maledizione del Nulla. Mano a mano che procederà con la lettura, Bastiano si troverà sempre più coinvolto...

Commento: un libro la cui magia vi catturerà, per non lasciarvi mai più. Il linguaggio è quello semplice delle favole, ma sotto c'è molto, molto di più che una semplice storia per bambini: La Storia Infinita parla al bambino che c'è dentro ognuno di noi, ci parla del piacere di leggere storie e del piacere di viverle in prima persona. Se vi siete emozionati leggendo le avventure di eroi immaginari narrati solo sulle pagine di un libro, questa è la storia che fa per voi... se finite le voste sessioni di gioco avete pensato "Che bello sarebbe essere veramente gli eroi che interpretiamo", allora correte a comprarlo (o, perché no, a prenderlo a prestito in una vecchia biblioteca polverosa), leggetelo d'un fiato, magari al buio con una pila... e buon viaggio verso il regno di Fantàsia!


per discuterne: viewtopic.php?p=330437#p330437
Admin del 5°Clone
--------------------------------
Il mio sito personale: Consulente Web Marketing
Avatar utente
Kalvalastir
Admin
Admin
 
Messaggi: 9557
Iscritto il: gio nov 25, 2004 8:00 am
Località: Trento

Messaggioda Kalvalastir » ven lug 28, 2006 10:26 am

Titolo: L'Ombra del Torturatore
Autore: Gene Wolfe
Edizioni: Editrice nord - 1997

Immagine

Trama: In un futuro talmente remoto che si confonde con le nebbie di un lontanissimo passato, prende avvio la vicenda di Severian il Torturatore. Nella corporazione dei Torturatori non si accede per diritto di nascita: solo i figli delle vittime possono esservi ammessi. Nella grande cittadella di incorruttibile metallo grigio, il giovane Severian e i suoi compagni apprendisti studiano per raggiungere il rango di Maestro Torturatore, imparando gli antichi misteri della corporazione, legati al giuramento di torturare e uccidere i nemici dell'Autarca.
Ma con l'arrivo di Thecla, una donna bella e intelligente, le cui indiscrezioni le hanno fatto perdere il posto nel circolo interno delle concubine della Casa Assoluta, la vita cambierà per Severian. La sua disobbedienza alle regole che gli sono state insegnate è causa del suo esilio dalla Città: accompagnato solo dalla mitica spada del torturatore, Terminus Est, donatagli dal suo maestro, Severian si accinge a un lungo viaggio verso la lontana Thrax, la Città delle Stanze senza Finestre...

Commento: L'Ombra del Torturatore è il primo libro del Ciclo del Nuovo Sole, una saga ambientata in una Terra futura (Urth) dove scienza e magia si confondono e l'atmosfera è quanto di più misterioso e sconcertante mi sia mai capitato di leggere in un libro fantasy. Sono molte le cose che l'autore non dice e lascia solo tra le righe, senza nulla togliere alla trama che si svolge senza interruzioni ed incongruenze, portandoci per mano accanto a Severian e al suo terrificante "lavoro" di torturatore e boia (terrificante proprio perché eseguito a freddo, come un lavoro qualsiasi). Personaggi misteriosi popolano le pagine del libro e la bravura dell'autore ci porta a intravedere intrighi dove apparentemente non ce ne sono, senza mai svelare nulla in più del necessario.
La storia è autoconclusiva e si può leggere anche da sola, sebbene siano lasciati moltissimi appigli e misteri per i libri successivi. Alcuni saranno svelati, altri lasciati nell'ombra e contribuiranno a costruire quest'unico "senso di meraviglia" che permea tutta la saga.
Admin del 5°Clone
--------------------------------
Il mio sito personale: Consulente Web Marketing
Avatar utente
Kalvalastir
Admin
Admin
 
Messaggi: 9557
Iscritto il: gio nov 25, 2004 8:00 am
Località: Trento

Messaggioda Veteran » mer ago 02, 2006 5:49 pm

Titolo: Il signore dei tranelli
Autore: The Harward Lampoon
Edizioni: Fanucci - Dec 2002

Immagine


Trama: Brodo è un piccolo eroe peloso e pavido. Spinto (o forse costretto...) dal mago Gondolf, ha deciso di imbarcarsi in un'avventurosa missione per liberare la Terra di Tramezzo dalle forze del male comandate dal mago Saluman e dall'irascibile Salmon. Ad aiutarlo nell'impresa ci saranno il fedele amico Spam, il nobile Re Aragost, l'elfo Lerciolas, il fidato Borotalc e il nano Girmi. Pellicani bombardieri, lascive fanciulle elfe, pericolose piante che baciano sino alla morte gli incauti viandanti completano questa forsennata e irriverente parodia di una delle opere più famose del XX secolo: "Il Signore degli Anelli" di J.R.R. Tolkien.

Commento: Molti potranno storcere il naso per rispetto all'opera di tolkien (see,vabè...) ma ci tengo a far notare che quest'opera rende perfettamente onore al più noto dei romanzi fantasy. Storcerete il naso anche perchè probabilmente cercavate un racconto serio, ma in fondo non stareste a leggere questo commento se fosse così.
Dunque, se siete il genere di clone che si diverte con le parodie del signore degli anelli, allora sappiate che non potete perdervi questo racconto: la sua demenzialità è un qualcosa che non si può trovare in alcun filmato online. Questo lo si evince sin dalla sua assurda prefazione e dall'ancora più assurdo primo capitolo ("a proposito degli sghorbit", una spassosissima rivisitazione del capitolo "a proposito degli hobbit" con cui si apre il noto tomo). Il racconto, sebbene sia racchiuso in poco più di 200 pagine, comprende in se a grandi linee ogni evento del racconto principale, in modo più che soddisfacente.
Unica pecca: da quando comincia Il ritorno del re si attenua un pò il tono, e le gag iniziano a rarefarsi (ma non per questo peggiorare, come l'ormai indimenticabile vera storia di Salmon[sauron]).


Ultima modifica di Veteran il ven set 26, 2008 11:04 pm, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
Veteran
Leggenda
Leggenda
 
Messaggi: 6536
Iscritto il: ven feb 24, 2006 8:00 am

Re: [Libri] La Biblioteca del 5°Clone

Messaggioda Kalvalastir » ven ago 04, 2006 12:37 pm

Fresca fresca di lettura... ora vado a procurarmi il terzo libro... :D
Titolo: La Città delle Navi
Autore: China Mieville
Edizioni: Fanucci - Solaria - 2004

Immagine

Trama: Bellis Coldwine, ex amante di Isaac dan der Grimnebulin, scappa da New Crobuzon, per sfuggire ai rastrellamenti della milizia nei confronti di amici e conoscenti dello scienziato. Si imbarca quindi su un mercantile diretto alla colonia oltremare di Nova Esperium, ma si imbatte ben presto in un assalto corsaro. Gli schiavi Rifatti prigionieri vengono liberati e assieme ai passeggeri vengono portati sulla stupefacente città-flotta dei pirati, Armada.
Le vicende di Bellis si susseguiranno, tra intrighi e rivelazioni, sullo sfondo il perenne desiderio di tornare a casa e un immenso, impensabile progetto portato avanti dagli inquietanti governatori della città pirata: gli Amanti.

Commento: questo secondo romanzo ricalca i passi di Perdido Street Station in quanto a forza immaginativa, anche se ne guadagna in coerenza della trama: le vicende sono affrontate dal punto di vista di Bellis, che si ritrova coinvolta in giochi assai più grandi di lei. E'completamente slegato dal precedente, eccezion fatta per la motivazione che spinge alla fuga la protagonista, anche se si possono trovare numerosi riferimenti e citazioni (una tra tutte, per i più attenti, ad un certo punto vengono nominate delle "voraci falene"...).
Non mancano folli progetti e grandiosi scontri campali, creature meravigliose, leggendarie e mortalmente pericolose... anche in questo libro ritroviamo lo stesso miscuglio di tecnologia artigianale e magia.
I personaggi del libro sono in prevalenza umani e dal carattere ben definito, a partire dalla stessa Bellis che si richiude in un isolazionismo forzato, non legando con nessuno, alle folli perversioni degli Amanti, alla controllata lucidità del misterioso Uther Doul, fino alla disarmante umanità del Rifatto Tanner Sack.
Il titolo originale ("The Scar", La Cicatrice) da un senso in più alla finale, decisamente meglio congegnata rispetto a Perdido Street Station: è un libro che segna, come un viaggio fino nel più lontano degli oceani e ritorno.
Admin del 5°Clone
--------------------------------
Il mio sito personale: Consulente Web Marketing
Avatar utente
Kalvalastir
Admin
Admin
 
Messaggi: 9557
Iscritto il: gio nov 25, 2004 8:00 am
Località: Trento

Messaggioda Kalvalastir » mer ago 09, 2006 11:29 am

Titolo: L'Artiglio del Conciliatore
Autore: Gene Wolfe
Edizioni: Editrice nord - 1997

Immagine

Trama: Contiuazione del romanzo "L'ombra del Torturatore", questo secondo libro riprende esattamente da dove aveva lasciato il precedente: entrato per caso in possesso dell'Artiglio del Conciliatore, una gemma dai poteri miracolosi appartenuta a una leggendaria figura di proporzioni mitiche, Severian continua il suo viaggio verso Thrax, la città del suo esilio, in compagnia della fedele spada Terminus Est. Molte sono le meraviglie che l'attendono sul suo cammino: creature scimmiesche dotate di intelligenza umana e di un corpo peloso e lucente; un bizzarro rituale cannibalesco che gli riporterà le memorie e i pensieri della sua amata e scomparsa Thecla; la stanza delle superfici specchianti in cui svanirà Jonas, il suo strano compagno, non del tutto mortale.

Commento: le avveture di Severian continuano, in un affastellarsi di misteri, uno sopra all'altro, apparentemente senza un filo conduttore... elementi su elementi, di cui per buona parte non si riesce a trovare un collegamento. Comincia tuttavia ad intravedersi un cammino per il protagonista, dapprima trascinato dagli eventi, poi finalmente parte attiva negli stessi. Il commento non cambia molto rispetto al libro precedente, sono stati scritti di seguito dall'autore e di fatto si possono leggere come un unico romanzo, permeato dalla stessa, sconcertante e originale atmosfera di "futuro leggendario". Personaggi memorabili, il gigantesto Baldanders e il Dottore che lo segue ovunque, coppia il cui mistero sarà svelato solamente nei libri successivi...
Admin del 5°Clone
--------------------------------
Il mio sito personale: Consulente Web Marketing
Avatar utente
Kalvalastir
Admin
Admin
 
Messaggi: 9557
Iscritto il: gio nov 25, 2004 8:00 am
Località: Trento

Messaggioda Alak » mer ago 09, 2006 1:15 pm

Provo anche io a censire qualcosa, anche se questo libro l'ho letto un pezzo fa ;)

Titolo: Le Nebbie di Avalon
Autore: Marion Zimmer Bradley
Edizioni: Tea

Immagine

Trama: L'impero romano è ormai caduto nell'isola inglese, ma dalle sue ceneri una nuova nazione sta nascendo. La vecchia religione della Dea e il cristianesimo si affrontano per il controllo del nuovo impero, e per la loro stessa sopravvivenza. La storia della corte di Artù come mai nessuno l'ha raccontata.

Commento: Ultimo romanzo del ciclo di Avalon, ma con una trama a se stante, perfettamente godibile anche senza aver letto i precedenti (che a parer mio non sono assolutamente all'altezza dell'ultimo).
Il romanzo parte dal punto di vista che la leggenda di Artù ci fu raccontata dai cristiani: i vincitori riscrissero lo storia, ma chi era in realtà Morgana? Un'infida fattucchiera, oppure l'ultima rappresentante dell'antico culto ormai perso nelle nebbie di Avalon?



Che dire, una storia fantastica. Marion Zimmer Bradley di solito mi piace solo a metà, ma qui a dato il meglio di se :)
Non fermarti all´aspetto delle cose, scruta l´essenza e vi troverai la magia
Avatar utente
Alak
Avventuriero Esemplare
Avventuriero Esemplare
 
Messaggi: 707
Iscritto il: gio lug 01, 2004 7:00 am
Località: Roma

Prossimo

Torna a Recensioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Pannello Utente



Chi c'è online

    Tiradadi

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria