Il 5°Clone



Underworld: Il risveglio

Regia: Måns Mårlind, Björn Stein
Cast: Kate Beckinsale, Sandrine Holt, Theo James, Michael Ealy, India Eisley
Genere: Azione, Fantasy, Horror
Produzione: Lakeshore Entertainment
Data di uscita italiana: 20 gennaio 2012
Durata: 1,28 ore
Nazione: USA 

 

 

 

Dopo due film e un prequel è difficile aspettarsi da un quarto episodio giunto a nove anni di distanza dal primo, specie quando il secondo sembrava avere ormai già concluso tutto il concludibile. I vampiri anziani erano morti. Il capo dei lycan(tropi) pure. Saranno riusciti i registi a risvegliare una serie che sembrava ormai conclusa? Come riaprire la trama?

Semplice. Gli umani scoprono della guerra in corso tra lycan e vampiri. Scoprono che queste due specie (considerate frutto di pure fantasie) esistono tra noi. Comincia un'epurazione. Vampiri e licantropi vengono massacrati. Selene (protagonista assoluta di questo film) cerca la fuga col suo amato, ma viene catturata e tenuta in ibernazione per 12 anni, al termine dei quali si risveglia e passa il resto del film alla ricerca del suo amato (sarà vivo, morto o non-morto?)


 

Per il primo pezzo avrei seri dubbi a parlare di fantasy. Un conto è quando l'azione si svolge in modo tutto interno alla . Tanto che, in alcune scene, con tutti i soldati muniti di caschetto sembra ricordare più i film d'azione tratti da videogiochi quale Max Payne più che un film fantastico e lei più che una vampira sembra la donna superpotente in tutina di latex, in stile Aeonflux o anche Ultraviolet. Ricorda un po' Trinity di Matrix quando combatte con la casacca lunga, anche se a mio parere Selene è migliore di lei in tutti gli aspetti. Nessun pregiudizio nei confronti di tale genere (nota bene) dal momento che da tale spunto può venir fuori una sciocchezza, un prodotto d'azione godibile o anche qualcosa di molto interessante (vedasi Kill Bill Volume I). Direi che siamo nel secondo caso

 


 

Ci si è spostati dunque dalla guerra lycan-vampiri alla guerra di sopravvivenza contro gli umani? Non proprio. Diciamo che gli umani sono solo una simpatica aggiunta per incrementare le scene d'azione (e di sboronaggine in cui la protagonista possa esibirsi) mentre, come si scoprirà più avanti, il conflitto tra i due rami della discendenza di Corvino è ben lungi dall'essersi concluso. Ne sono solo cambiate le proporzioni e qualcuno ha semplicemente deciso di prendere qualche contromisura... un aggiornamento bellico e strategico.

Non dirò altro su questo, la trama del film sarebbe riassumibile in tre righe e sarebbero tutti spoiler per i lettori, indi vedrò di contenermi. Buona forza del film deriva dal fatto che i novanta minuti passano molto in fretta, senza annoiare, tanto che quando si arriva allo scontro finale viene da chiedersi “ma lo stanno già concludendo adesso? saranno più o meno a metà film...” per poi guardare l'orologio e accorgersi che si è già alla fine.


 

La nuova frontiera della guerra...

 

Sono lieto di notare che tematiche quali famiglia e scoperta da parte degli umani non abbiano ucciso i vampiri (e soprattutto la protagonista) trasformando una storia di azione, dominio e repressione in una ricerca smielata della pace col genere umano.
Un aspetto molto negativo invece è la bambina. Inespressiva, ma non nel senso in cui le si richiederebbe una forte mimica facciale. Kate Beckinsale è perfetta nel suo ruolo. Ma guardando la fanciulla, almeno per quanto riguarda la versione italiana, bocca e parole, voce e volto, sono completamente scordinati. Fatela doppiare a qualcuna che sembri avere effettivamente 12 anni! Nel momento in cui invece rivela la sua vera natura sembra una versione parodistica della famosa bambina presente nell'esorcista...

Pollice verso anche per il 3D: non perchè sia malfatto o perchè sia un surplus ma, proprio perchè questo si dovrebbe configurare come un prodotto d'azione per passare 90 minuti di tempo, il sovrapprezzo che ne deriva potrebbe essere un valido disincentivo all'acquisto del biglietto...


 

Si poteva fare meglio... molto meglio...

 

In definitiva dopo la romeogiuliettata del prequel appesantita da un Lucyan troppo bonaccione (anche se le atmosfere e gli ambienti del film erano molto ben fatti) si torna al prodotto d'azione convenzionale con spari, esplosioni, morsi e lupi mannari in CG. Perfetto per passare una fetta del proprio tempo senza troppe aspettative.

In attesa del possibile sequel, dal momento che il finale è più aperto che mai, sempre che gli incassi al cinema (per il momento molto positivi) lo consentano...

You have no rights to post comments

Pannello Utente



Chi c'è online

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria